/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 23 marzo 2020, 10:45

Coronavirus, psicologia e dipendenze: le misure messe in atto dalla Asl 2 a Savona

Ne parliamo con Mauro Selis, psicologo del Serd di Finale e autore di saggi sul tema

Coronavirus, psicologia e dipendenze: le misure messe in atto dalla Asl 2 a Savona

Tra i più recenti provvedimenti di contenimento del Coronavirus rientra anche quello dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopòli di Stato che ha decretato la cessazione del Lotto, del Superenalotto e delle sale Slot per tutto il periodo necessario a rientrare dall’emergenza.

Questa notizia giunge a pochi giorni di distanza da quella riportata su Savonanews, nella quale il sindaco di Millesimo Aldo Picalli “bacchettava” severamente gli anziani del paese, ogni giorno aggregati in capannelli dai tabaccai cittadini, tra lotterie e Gratta & Vinci (leggi QUI).

Ma in questi giorni di permanenza forzata nelle nostre case, come avviene la gestione delle dipendenze?

Ha avuto una forte eco sui quotidiani nazionali la vicenda di un giovane di Firenze che, ipotizzando di essere fermato dalle forze dell’ordine (cosa che è puntualmente avvenuta) ha scritto di suo pugno sull’autocertificazione: “Cerco droga. Ne ho bisogno”.

E in provincia di Savona?

Lo abbiamo chiesto a Mauro Selis, psicoterapeuta, operatore del Ser.D. (Servizio contro le Dipendenze) di Finale Ligure facente capo alla Asl 2 di Savona, una vita dedicata allo studio e al contrasto delle dipendenze.

Il dottor Selis a quattro mani con Stefano Casarino ha scritto “La posta in palio”, opera di saggistica dedicata all’azzardopatia, comunemente detta “Il demone del gioco”.

Inoltre Selis ha saputo coniugare i suoi studi con la sua grande passione per la musica pubblicando, a scopo benefico, due canzoni: “Aspettando Jackpot” (sul tema dell’azzardopatia) e “Come posso dirti” (sul tema dell’alcolismo), entrambe interpretate dalla cantante Silvana Aliotta e dal chitarrista Marcello Capra, la seconda delle due canzoni con la collaborazione del tastierista Danilo Ballo.

Ai microfoni di Savonanews Mauro Selis spiega le misure messe in atto: “I Serd sono aperti, abbiamo solo diradato gli appuntamenti con casi non particolarmente problematici e prolungato gli affidi delle terapie. Personalmente utilizzo il telefono per fare colloqui con i miei pazienti, proprio per evitare loro spostamenti. Inoltre, già da lunedì scorso, 16 marzo, se qualcuno chiama l'ufficio Igiene dell'Asl per chiedere informazioni e chiarimenti sul Coronavirus e l'operatore che risponde si accorge che ci sono situazioni di forte disagio psichico devia la telefonata uno di noi Psicologi, a disposizione secondo una rotazione di turni di reperibilità.

Infine mi preme ricordare il telefono amico attivato per tutta la Liguria dall’Ordine Regionale degli Psicologi: il numero è 3206708717, il servizio è gratuito per tutta la popolazione ed è attivo 7 giorni su 7 dalle 9 alle 12, dalle 14 alle 17 e dalle 20 alle 22”.

Alberto Sgarlato

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium