/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 23 maggio 2020, 12:30

Riapertura Pronto soccorso ospedale Cairo: i sindaci della Val Bormida chiedono garanzie

Alcuni primi cittadini hanno chiesto la convocazione urgente del "Distretto Socio Sanitario 6 Bormide"

Riapertura Pronto soccorso ospedale Cairo: i sindaci della Val Bormida chiedono garanzie

Informazioni e garanzie sul futuro per la riapertura del Pronto soccorso dell'ospedale "San Giuseppe" di Cairo Montenotte. Una richiesta per chiedere al Presidente Paolo Lambetini la convocazione urgente del "Distretto Socio Sanitario 6 Bormide".

L'iniziativa promossa dal sindaco di Plodio Gabriele Badano, è stata condivisa da altri primi cittadini valbormidesi come Roberto Briano (Altare), Franca Mattiauda (Bardineto), Christian De Vecchi (Carcare), Roberto Molinaro (Cosseria), Aldo Picalli (Millesimo), Giacomo Pronzalino (Murialdo) e Amedeo Fracchia (Roccavignale). Altri sindaci potrebbero aderire nelle prossime ore. 

“Questa iniziativa non ha carattere politico. La cittadinanza e gli stessi dipendenti chiedono garanzie - commenta il sindaco Badano - Quando hanno chiuso il presidio per l’emergenza Covid-19, noi sindaci capendo la situazione, non abbiamo fatto polemica. Un atteggiamento che contiamo di mantenere anche adesso. Però, tenuto conto della nuova fase, caratterizzata dalla riapertura di attività commerciali e aziende, riteniamo che anche l’ospedale debba ripartite". 

"La Val Bormida ha bisogno di un presidio sanitario attivo. Ma non solo. Penso sia l'occasione anche per fare il punto della situazione per quanto riguarda il futuro. Ossia il percorso intrapreso dalla Regione per privatizzare l'ospedale. Auspichiamo vivamente che altri sindaci possano aderire a questa iniziativa. Non diciamo che la decisione (presa allora) di chiudere il presidio sia stata sbagliata. Bensì crediamo sia errato tenerlo ancora chiuso adesso" conclude Badano

"Tutte le informazione che ho richiesto e ricevuto ad oggi da parte dell'Asl 2 sono state comunicate a tutti i sindaci - sottolinea il sindaco di Cairo Montenotte Paolo Lambertini, nonché presidente del Distretto Socio Sanitario - Cosi sarà fatto anche per le nuove indicazioni sulla degenza e il Punto di primo intervento. Regolamentazioni che dovrebbero arrivare la prossima settimana/primi di giugno. Subordinate presumibilmente sempre alla curva dei contagi. Inoltre, l'assessore regionale con delega alla Sanità Sonia Viale ha dato la propria disponibilità ad incontrare i sindaci del Distretto per parlare del futuro dell'ospedale". 

Sull'argomento ospedale era intervento nei giorni scorsi anche il Comitato Sanitario Locale Val Bormida, presieduto da Giuliano Fasolato (LEGGI QUI). 

Mercoledì scorso l'Asl 2 ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda la riattivazione dei servizi al termine del lockdown. Per l'ospedale di Cairo - si legge nella nota - attualmente dedicato all'attività ambulatoriale di cardiologia, fisiatria e fisioterapia, di radiologia, di laboratorio analisi e di DH medico, si sta valutando la possibilità di riattivazione della degenza riabilitativa.

Graziano De Valle

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium