/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 03 luglio 2020, 12:55

Pietra, i cittadini si uniscono contro il 5G: 250 firme per dire no a nuove installazioni

Nel consiglio comunale di questo pomeriggio si discuterà la mozione sul tema presentata dal consigliere Mario Carrara

Pietra, i cittadini si uniscono contro il 5G: 250 firme per dire no a nuove installazioni

Si parlerà della possibile installazione di antenne 5G nel Consiglio Comunale di oggi pomeriggio a Pietra, dove verrà discussa la mozione del consigliere Carrara presentata nei giorni scorsi dopo alcuni lavori "sospetti" su apparecchiature di trasmissione presenti in località Trabocchetto.

Alle preoccupazioni dell'esponente di minoranza si uniscono quelle dei cittadini, che in circa due settimane si sono riuniti per dire no all'arrivo della nuova tecnologia e delle antenne a essa utili con una raccolta firme.

"Siamo un gruppo di cittadini di Pietra Ligure che ha avviato una raccolta firme per dare voce alla preoccupazione diffusa nella popolazione circa le nuove installazioni previste per il 5G, il loro maggiore impatto elettromagnetico e i correlati rischi per la salute" spiega la portavoce dei cittadini firmatari, Enza Senatore. 

"Tale attività è finalizzata ad una richiesta di moratoria per quanto riguarda questa nuova tecnologia, fino a che non siano state effettuate tutte le opportune e indispensabili verifiche scientifiche. Nella petizione chiediamo al sindaco De Vincenzi, in quanto massima autorità locale responsabile della salute pubblica, di procedere prudentemente in base al Principio di precauzione e di fermare ogni installazione in attesa delle dovute garanzie" aggiunge.

La salute resta quindi sempre al primo posto nei pensieri di chi si oppone alla nuova tecnologia 5G, specialmente guardandosi indietro e osservando quanto accaduto negli ultimi mesi: "Nel grave momento di crisi sanitaria che abbiamo attraversato, e che stiamo purtroppo ancora vivendo, riteniamo che la tutela della salute pubblica, ora come non mai, sia il bene primario cui la politica e le amministrazioni comunali devono necessariamente guardare con la massima attenzione e impegno".

"Pertanto, in vista del Consiglio comunale che si terrà quest'oggi, venerdì 3
luglio, abbiamo deciso di protocollare le prime 250 firme raccolte in circa 15 giorni, riservandoci in futuro la consegna di ulteriori sottoscrizioni
- spiega la portavoce -. In consiglio infatti, verrà discussa la mozione in tema 5G presentata dal Consigliere di minoranza Mario Carrara, che chiede al Sindaco De Vincenzi di adottare tutti i provvedimenti atti a impedire l’installazione di impianti 5G fino a che non ne venga comprovata l’assoluta innocuità".

L'esempio che l'amministrazione pietrese si chiede segua è quello degli altri 13 Comuni che "nel ponente ligure altri si sono mossi in tal senso, con 12 Sindaci che hanno già emanato ordinanze. Auspichiamo fortemente che la mozione venga accolta favorevolmente dal Sindaco e dal Consiglio comunale tutto" concludono dal Comitato. 

Mattia Pastorino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium