/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 15 luglio 2020, 06:39

Il codice "LEI"

Il codice LEI (Legal Entity Identifier), in italiano codice identificativo di entitá giuridica, é un codice composto da 20 caratteri alfanumerici che permette di identificare in maniera univoca le entitá giuridiche di tutto il mondo

Il codice "LEI"

Il codice LEI (Legal Entity Identifier), in italiano codice identificativo di entitá giuridica, é un codice composto da 20 caratteri alfanumerici che permette di identificare in maniera univoca le entitá giuridiche di tutto il mondo. Tale codice é unico e permanente, si basa sullo standard internazionale ISO 17442, e viene attribuito per identificare le parti di operazioni finanziarie in tutti i mercati e sistemi giuridici del mondo.

INFORMAZIONI ASSOCIATE AL CODICE

La struttura del LEI é definita da ISO 17442:2012. Al codice sono associate informazioni che consentono di identificare qualsiasi ente giuridico, quali il codice fiscale, l'indirizzo, la denominazione, i dati relativi alla struttura della societá. Piú precisamente il codice LEI contiene le seguenti informazioni:

  • Nome ufficiale dell'entità legale o del manager del fondo.

  • Nome dell'entità e numero REA.

  • Forma giuridica dell'azienda.

  • Ufficio registrato del quartier generale o del manager del fondo.

  • Codice ISO del paese.

  • Data di prima emissione del LEI.

  • Data di ultima modifica delle informazioni salvate.

  • Data di scadenza del prossimo rinnovo del LEI.

Il codice é composto da 20 caratteri:

• I primi quattro identificano la LOU che ha emesso il LEI. • Il quinto e il sesto sono riservati e devono essere sempre valorizzati a 0. • I successivi 12 caratteri sono cifre e lettere. La combinazione è unica per ciascuna entità legale. • Gli ultimi due sono cifre di controllo.



A COSA SERVE IL CODICE LEI? CHI E' OBBLIGATO AD AVERLO?

Il LEI é uno strumento per rendere standard la maniera in cui vengono identificate le controparti durante una transazione finanziaria, ed in Italia é obbligatorio dal 2018 per tutti i soggetti giuridici titolari di un conto titoli presso intermediari finanziari. Lo scopo del codice é anche quello di misurare e valutare il rischio di una transazione.

In particolare, il codice LEI é obbligatorio per tutte le societá che parteciapano al trading, quali banche ed istituzioni finanziarie, fondi di investimento, compagnie assicurative e provider di servizio titoli.

Per molte societá il codice LEI non é una forma volontaria di identificazione, ma é richiesta da regolamenti locali, nazionali o internazionali.

Individui e divisioni operative invece devono sempre utilizzare il LEI della loro organizzazione madre.

Per ulteriori chiarimenti sul codice LEI ed informazioni sui regolamenti che lo richiedono é consigliabile consultare il sito web GLEIF(Global Legal Entity Identifier Foundation) https://www.gleif.org/en/lei-solutions/regulatory-use-of-the-lei

CHI RILASCIA IL CODICE LEI E COME OTTENERLO

Il codice LEI viene rilasciato dalle LOU (Local Operating Unit), unitá operative locali, alcune delle quali sono autorizzate a rilasciare codici LEI in tutto il mondo.

In Italia il codice LEI viene rilasciato da InfoCamere ed ha un costo pari a 80Euro piú IVA per la prima attivazione, e 65Euro piú IVA per il rinnovo annuale; é possibile richiederlo direttamente o tramite un intermediario delegato compilando un apposito modulo.

INFORMAZIONI NECESSARIE PER OTTENERE IL CODICE LEI:

Per soggetti iscritti al registro imprese: codice fiscale ed informazioni sulla struttura societaria di controllo. Documentazione di supporto: bilancio consolidato per i soggetti che dichiarano di appartenere a un gruppo societario e delega con copia del documento di identitá del delegante se si intende richiedere i codice tramite intermediario.



Per i fondi di investimento: denominazione del fondo, codice comparto, codice fiscale del gestore del fondo ed informazioni sulla struttura societaria di controllo. Documentazione di supporto: documento di autodichiarazione disponibile su LEI-Italy compilato e firmato da un rappresentante della societá di gestione di comparto, copia del documento di identitá del firmatario ed eventuale delega con copia del documento di identitá del delegante per richieste effettuate tramite intermediario.



Per i fondi pensione: denominazione, numero albo del fondo, indirizzo, PEC, informazioni sulla struttura societaria di controllo. Documentazione di supporto: copia del documento di identitá del firmatario in corso di validitá e documento per richiesta del codice LEI per fondi pensione (modulo disponibile su LEI-Italy)



Per altri enti: denominazione, codice fiscale, indirizzo, PEC, informazioni sulla struttura societaria di controllo. Documentazione di supporto: documentazione attestante la registrazione presso un Pubblico Registro con esplicita indicazione del Legale Rappresentante, copia del documento di identitá del legale rappresentante e documentazione che attesti la sussistenza dei requisiti qualora sia stato selezionato il pagamento in modalitá Split Payment o Esenzione IVA.





MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium