/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 23 novembre 2020, 11:01

Manifestazione delle "Partite Iva" in piazza a Genova: "Incapacità irreversibili del governo, siamo qui per reagire"

Sono intervenuti Roberto Biasotti ed alcune rappresentanze del movimento Partite Iva in Italia per sensibilizzare il Governo verso questo settore

Manifestazione delle "Partite Iva" in piazza a Genova: "Incapacità irreversibili del governo, siamo qui per reagire"

In rappresentanza di tutte le partite Iva in Italia, alcune delegazioni sono scese in piazza, nel centro di Genova, per chiedere una maggiore sensibilità da parte del Governo verso questo cruciale settore produttivo. 

Sono intervenuti Marina Geirola, coordinatrice nazionale rete delle Partite Iva e presidente per la Liguria; Massimo Gervasi, presidente di APIT ITALIA (associazione Partite Iva Italia); Raffaele Saviano presidente di APIT TOSCANA e Bernardino Tortone, Partite Iva del Piemonte. 

“Siamo un gruppo molto affiatato che punta ad unire molti altri gruppi in Italia per combattere un governo che non ci ha mai dato nessun aiuto a parte piccoli incentivi ridicoli che hanno escluso il settore terziario, dagli artigiani alle gioiellerie” afferma Marina Gerola. “Vengono favorite le banche e l’on-line, ma mai le piccole imprese che sono la spina dorsale dell’economia italiana” aggiunge Gerola. 

Massimo Gervasi ribatte deciso: “Tanti titoli, ma che non portano a niente; noi oggi siamo presidenti di noi stessi, presidenti di categorie volutamente dimenticate dallo stato perché al di sopra di tutto ciò c’è la volontà di pensare ad altro. Le incapacità dello stato nel risolvere dei problemi ormai irreversibili crea una non volontà di aiutare il popolo e le categorie. Vogliamo delle risposte concrete! Vogliamo che questo sistema faccia dei passi indietro e dia voce alle Partite Iva”. 

In sostanza, si accusa lo Stato di essere stato incapace di risolvere i problemi delle piccole e medie attività produttive nel corso degli ultimi anni. 

Bernardino Tortone spiega: “Finalmente è nato questo coordinamento delle partite iva a livello nazionale e io oggi lancio un messaggio ben chiaro alla politica italiana: le partite iva in Italia sono 5 milioni e 200 mila operanti, ovvero il 40% dei votanti della scorsa tornata elettorale; se noi riusciremo a rimanere uniti e a proporre una nuova alternativa a questa politica, la partite iva potranno formare un governo in caso la politica rimanesse sorda alle nostre richieste”.

In piazza anche Roberto Biasotti, segretario nazionale di Italia Sovrana Movimento e responsabile nazionale della comunicazione. “Siamo stati invitati dalle Partite Iva e da Italia Unita - commenta - in considerazione di ciò che sta accadendo in Italia; terrei a precisare che si tratta di un’epidemia e non di una pandemia; non è un mio punto di vista, ma sono solo il portavoce di grandi scienziati e virologi; in altre parole il Covid-19 è come un’epidemia di influenza che ogni anno provoca migliaia di morti che non destano nessun allarme”. 

Biasotti conclude: “Il concetto di negazionismo è una parole completamente errata; il negazionista è colui che nega il contrario ovvero chi si ostina a negare che questo virus è un po’ più di un’ influenza”.

Chiara Manganaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium