/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 01 aprile 2021, 19:16

Carcare, il Gruppo "Lorenzi Sindaco" all'attacco: "Bilancio di previsione? Un documento privo di idee"

"Come direbbe qualcuno, questa esperienza amministrativa/politica è iniziata male nel 2018 e sta finendo peggio"

Carcare, il Gruppo "Lorenzi Sindaco" all'attacco: "Bilancio di previsione? Un documento privo di idee"

Nella serata di ieri si è tenuto il Consiglio comunale di Carcare. Tra i punti all'ordine del giorno il Dup e il bilancio di previsione 2021-23. Sulla seduta del parlamentino carcarese è intervenuto il gruppo di minoranza "Lorenzi Sindaco": "Ancora una volta è stato spiacevole dover esprimere il nostro voto contrario. Non contestiamo la regolarità formale degli atti di cui non abbiamo motivo di dubitare, ma le scelte politiche". 

"La predisposizione del DUP e l’approvazione del bilancio di previsione sono atti politici importanti con il quale si prevede la programmazione per l’utilizzo delle risorse pubbliche. Siamo di fronte ad un bilancio di previsione privo di idee, lontano da novità, un mero documento compilativo. C’è la tecnica, tutto quadra o quasi, ma non la politica, la visione prospettica di un paese e della sua comunità". 

"Tale bilancio rappresenta perfettamente le difficoltà dell’amministrazione e della sua guida politica, evanescente, incapace e assolutamente priva di un progetto di sviluppo complessivo per il paese, andando a generare una forte accelerazione del processo involutivo di Carcare" attacca il gruppo di minoranza. 

"Anche questa volta non c'è stato chiesto un parere preventivo sull'utilizzo di spazi finanziari e per tale motivo, non abbiamo presentato nessun emendamento. Non per mancanza di proposte, idee o spirito collaborativo, ma perché un bilancio senza un confronto con chi rappresenta una grandissima parte dei cittadini, risulta vuoto nei contenuti e nelle idee". 

"Nei bilanci si deve leggere la politica perchè tutto nella vita è politica e qui non troviamo nulla nelle spese di investimento previste per il 2021/2023. Nulla per cercare di arginare la continua chiusura di piccole attività commerciali in tutto il paese, una volta fiore all'occhiello di tutta la Val Bormida. Nulla per la ristrutturazione di Villa Barrili o quantomeno per la sostituzione degli infissi della Biblioteca Civica che chiediamo da anni e che consentirebbe un notevole risparmio energetico". 

"Dalle somme impegnate per i lavori pubblici negli anni scorsi 2019/2020, rapportate ai lavori eseguiti, risulta evidente l'incapacità dell'ente di tradurre in opere gli stanziamenti ufficiali - prosegue - A fronte di circa € 3.600.000 di impegni risultano effettuati lavori per circa 360.000 euro. Pari al 10%. Dall'analisi di contesto emerge che il problema più rilevante a Carcare sia la perdita costante di residenti. Con un saldo negativo molto preoccupante anche tra nascite e decessi".

"Inoltre è evidente che non si stanno affrontando con la dovuta programmazione alcuni problemi legati soprattutto al completamento di alcuni lavori iniziati e non finiti da parecchi anni, come ad esempio il completamento della pista ciclabile zona Noberasco e il parcheggio per mezzi pesanti di circa 3.000 mq. tra via Fornace Vecchia e la frazione di Vispa. Con oneri a scomputo per la realizzazione del supermercato Lidl. Non sappiamo più nulla su quanto sponsorizzato per il nuovo supermercato sempre in zona Lidl. I lavori effettuati in somma urgenza realizzando la scogliera e non ultimati in via XXV Aprile". 

"Infatti, le ragioni principali che inducono il nostro gruppo ad esprimere un voto contrario all'approvazione del DUP e del bilancio attengono principalmente alla mancata programmazione di obiettivi e azioni più specifiche da perseguire con lo stanziamento di risorse per la pulizia costante di fiumi, ruscelli e strade, la risoluzione dell'annoso problema dell’illuminazione pubblica che salta al primo temporale e la criticità legata ai piccioni". 

"Mentre l'amministrazione comunale sta cercando di distruggere l’assetto urbanistico di via Abba e dintorni, quando bastava ben poco per rendere la zona più ordinata e attrattiva con lavori di manutenzione ordinaria alle sponde del fiume Bormida e la relativa viabilità, risparmiando anche una notevole quantità di soldi pubblici. Per non parlare dei 2,5 milioni di euro che verranno letteralmente buttati nel fiume mentre il paese non decolla per mancanza di capacità". 

"In questi mesi negli atti dell'amministrazione De Vecchi troviamo opere approvate in fretta e furia. Sarebbe stato positivo aver istituito una commissione cittadina per l’audit, o almeno proporre degli incontri, riunioni possibili e previste dalla legge, una sorta di “consulte di quartiere”, sia nel paese che nelle frazioni; dove si poteva ragguagliare la minoranza sulle scelte e le linee guida intraprese. Un confronto circa l’impostazione del bilancio e le sue declinazioni nei vari capitoli, invece nulla".

"Il voto di ieri non è soltanto legato ad una valutazione del documento di bilancio presentato. E’ un voto che intendiamo esprimere rileggendo gli ultimi anni di amministrazione del sindaco e della sua giunta. Ed è un giudizio decisamente contrario per mancanza di trasparenza e partecipazione. Come direbbe qualcuno, questa esperienza amministrativa/politica è iniziata male nel 2018 e sta finendo peggio" conclude il gruppo di minoranza.

Graziano De Valle

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium