/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 03 maggio 2021, 16:12

Toirano, imbrattato un mezzo della Croce Rossa: "Covidioti infami". Il comitato: "Non siamo un bersaglio"

La scritta su di un vetro impolverato: "L'autore si faccia avanti: vorremmo capire col dialogo cosa c'è di produttivo in questa frase"

Toirano, imbrattato un mezzo della Croce Rossa: "Covidioti infami". Il comitato: "Non siamo un bersaglio"

Se da un lato, per fortuna quello ampiamente più numeroso, è molto ben nutrito il fronte di coloro che hanno appreso e apprezzato l'enorme importanza e gli incommensurabili sacrifici compiuti dal personale sanitario, in special modo quello legato al mondo del volontariato e delle pubbliche assistenze, dall'altro resta sempre qualche "pecora nera" o "negazionista".

E', con ogni probabilità, il caso dell'autore della vergognosa scritta con cui è stato imbrattato un vetro impolverato su di un mezzo della Croce Rossa di Toirano dove i volontari hanno trovato a campeggiare lo slogan "covidioti infami".

Vittima del vergognoso gesto un mezzo aggiuntivo ottenuto in comodato gratuito grazie al sostegno di alcune case automobilistiche proprio per fronteggiare questo complesso e intenso periodo di emergenza dal comitato della Val Varatella.

"Sono questi i momenti in cui è necessario ricordare che noi operatori sanitari e umanitari non siamo un bersaglio" hanno scritto sulla propria pagina Facebook i militi della CRI di Toirano che con ironia hanno anche definito questo "un bel modo per iniziare la settimana dedicata alla nostra festa, l'8 maggio".

"Invitiamo chi ha fatto questo gesto a scriverci via mail o telefonarci, così da poterne parlare di persona e capire (perché davvero non ne troviamo il senso) con il dialogo cosa c'è di efficace e produttivo in questa frase" hanno concluso.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium