/ Politica

Politica | 23 giugno 2021, 18:25

Vaccarezza (Cambiamo!) contro Sansa: "Se si tratta di fare della disinformazione non è davvero secondo a nessuno"

L'esponente della minoranza regionale aveva definito "aria fritta" l'ordine del giorno del centrodestra volto a chiedere aiuti al governo per i ristoratori provati dalla crisi economica derivante dalla pandemia

Vaccarezza (Cambiamo!) contro Sansa: "Se si tratta di fare della disinformazione non è davvero secondo a nessuno"

"Il consigliere di minoranza Ferruccio Sansa non è certo un consigliere modello, al pari di tutti i suoi colleghi di coalizione che ieri, in maniera compatta, non si sono neppure presentati puntuali alla ripresa del Consiglio Regionale dopo la pausa per il pranzo. - afferma Angelo Vaccarezza, capogruppo di Cambiamo! in Regione Liguria - Ciononostante in qualcosa si conferma davvero un lavoratore instancabile, non sarà molto onorevole, ma se si tratta di fare della disinformazione pura posso tranquillamente affermare che il capo dell'opposizione non è davvero secondo a nessuno".

"La predisposizione innata di Ferruccio Sansa e della parte politica che rappresenta è quella di disegnare una realtà inventata, accompagnando il tutto con l'immancabile leitmotiv del 'Noi siamo i buoni e abbiamo ragione, mentre gli altri sono i cattivi che hanno torto', come per altro non ha mancato di sottolineare apertamente anche durante la seduta di ieri in Consiglio Regionale. - prosegue ancora Vaccarezza - Anche in questo caso, dunque, l'Ordine del Giorno del centrodestra, volto a chiedere aiuti concreti al Governo per i ristoratori provati dalla crisi economica derivante dalla pandemia, diventa 'aria fritta' secondo il nostro buon Ferruccio, un mezzo utile solo 'per prendere consensi', dice. Eh sì, perché la ragione e la verità stanno sempre nella sua tasca, anche se la stragrande maggioranza dei liguri, alle urne, hanno dato a intendere di pensarla diversamente".

"La realtà è ben diversa, caro Sansa, confondi le acque, cerchi di buttarla in rissa, ma i fatti sono chiari e limpidi. - conclude il capogruppo arancione - Non solo nessuno di noi ha voluto firmare il vostro Ordine del Giorno, ma io mi sono anche rifiutato di leggerlo, perché partiva da presupposti errati. Noi chiedevamo a Regione Liguria di prendere posizione contro questo Governo che ha sbagliato tutte le politiche di ristoro e sostegno alle partite IVA e quindi alla filiera dei pubblici esercizi. Voi, per recuperare consensi in maniera strampalata, vi siete inventati un Ordine del Giorno senza senso alcuno e in più avete cercato di riabilitarvi agli occhi dei cittadini, dopo la figuraccia della ripresa del Consiglio Regionale che è partito con i banchi dell'opposizione completamente vuoti (!). Tu, Ferruccio, manchi di rispetto ai liguri, che sciocchi non sono, ma non è così che si fa politica, come ti abbiamo dimostrato ieri quando su alcuni provvedimenti importanti e di valore ci siamo trovati insieme a ragionare. Io sono pronto a ragionare non solo con quelli che la pensano come me, ma anche con tutti coloro i quali, come me, pensano".

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium