/ Cronaca

Cronaca | 11 ottobre 2021, 19:25

Un'altra truffa in Val Bormida ai danni di un'anziana: stavolta il trucco è stato fingersi operaio dell'acquedotto

Il raggiro è avvenuto a Carcare: bottino di 4mila euro e vari oggetti in oro. Possibile che il malfattore avesse dei complici, respinti però dalla donna

Un'altra truffa in Val Bormida ai danni di un'anziana: stavolta il trucco è stato fingersi operaio dell'acquedotto

Ancora una truffa ai danni di un'anziana signora in Val Bormida. Nella giornata odierna, una pensionata 79enne di Carcare ha denunciato quanto avvenuto presso la sua abitazione intorno alle ore 10.15.

Uno sconosciuto, qualificatosi come operaio dell’acquedotto, ha infatti comunicato alla donna che vi era un problema di inquinamento dell’acqua, chiedendole poi di riporre soldi e oggetti di valore all’interno del frigorifero per evitare un possibile danneggiamento dovuto ai prodotti chimici da utilizzare. La signora, ignara di ciò che stava accadendo, ha così assecondato le indicazioni del malfattore, allontanatosi poi dall'abitazione con 4mila euro in contanti e vari oggetti in oro.

Prima di ricevere la visita del falso operaio dell’acquedotto, l’anziana signora ha raccontato inoltre di aver ricevuto la visita di due ragazzi che le hanno chiesto se volesse acquistare dell’olio: probabile dunque l'ipotesi che il malintenzionato avesse dei complici e che, prima di colpire, avesse fatto effettuare da questi un sopralluogo.

Sul luogo della truffa sono intervenuti i carabinieri di Carcare e del nucleo radiomobile della compagnia di Cairo Montenotte. Indagini in corso, nel frattempo i primi rilievi effettuati non hanno permesso di rinvenire tracce che possano far risalire ai delinquenti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium