/ Attualità

Attualità | 27 ottobre 2021, 16:59

Cedimento SS 334 del Sassello, il sindaco Buschiazzo: “Con i tempi annunciati da Anas, rischio di isolamento e danni economici per la Valle Erro”

In una nota stampa le preoccupazioni del primo cittadino: “L’apertura di almeno una corsia a senso unico alternato è fondamentale, ma si deve fare di tutto per comprimere al massimo le tempistiche”

Cedimento SS 334 del Sassello, il sindaco Buschiazzo: “Senso unico alternato è fondamentale, ma necessario comprimere i tempi”

Foto tratta dal video dell'associazione Gruppo Droni città di Acqui Terme

Il cedimento stradale della SS 334 del Sassello al Km 31 + 800 in Provincia di Alessandria, che ha portato alla conseguente chiusura della strada statale al confine col Piemonte, sta creando gravi disagi per i cittadini, per il trasporto pubblico locale e per le imprese che vivono nella Valle Erro sia ligure che Piemontese. Nella Valle Erro, come si sa bene, non sono presenti né autostrade né ferrovie. Molti sono i Liguri per motivi di studio, di lavoro o per turismo che si recano in Piemonte attraverso la SS 334 e molti sono i Piemontesi che per gli stessi motivi si recano in Liguria facendo lo stesso percorso. Per Sassello, dopo i danni causati alle attività economiche dall’epidemia legata al Covid-19, se questa chiusura dovesse durare mesi,  ci sarebbe un danno enorme, poiché tutto il trasporto che arriva da nord si appoggia a questa Statale”. Ad affermarlo il sindaco di Sassello Daniele Buschiazzo.

In una riunione svoltasi lunedì scorso ad Acqui Terme a cui ho partecipato – continua Buschiazzo - Anas Piemonte ha comunicato che i lavori partiranno subito per un importo di 1milione 600mila euro, ma che l’apertura di una corsia a senso unico alternato non avverrà prima della metà di gennaio 2022, fatto salvo che nel mentre non vi siano nevicate”.

Se i tempi annunciati da ANAS Piemonte dovessero rimanere tali, il rischio di isolamento e di danni economici  pesanti per la Valle Erro sarebbero una realtà”, sottolinea.

La mobilità sulla SS 334 tra le regioni Liguria e Piemonte a fini commerciali, di lavoro nonché turistici, è fondamentale per la vita di questi territori. Tempi di questa portata, dopo un anno e mezzo di Covid-19, rischiano di creare danni irreparabili per le attività economiche. L’apertura di almeno una corsia a senso unico alternato è fondamentale, ma si deve fare di tutto per comprimere al massimo le tempistiche”, conclude il primo cittadino di Sassello.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium