ELEZIONI COMUNE DI ALBENGA
ELEZIONI COMUNE DI FINALE LIGURE
 / Sanità

Sanità | 21 novembre 2023, 16:12

Piano socio sanitario, Brunetto: "Rivoluzionario per visione del territorio e totale riorganizzazione dell’offerta"

“Si mira a una presa in carico globale di tutti i bisogni sociali, sociosanitari e sanitari dei liguri, attraverso la semplificazione degli accessi alle cure e ai servizi”

Piano socio sanitario, Brunetto: “”Rivoluzionario per visione del territorio e totale riorganizzazione dell’offerta”

“Il nuovo piano socio sanitario della Regione Liguria  2023 – 2025, che andiamo ad approvare oggi in Consiglio regionale, può essere considerato un documento che rivoluziona la visione del territorio e che ha per obiettivo una completa riorganizzazione dell’offerta sanitaria”. Lo dice in una nota Brunello Brunetto, consigliere regionale della Lega e presidente della II Commissione Salute e Sicurezza Sociale.

“Si mira a una presa in carico globale di tutti i bisogni sociali, sociosanitari e sanitari dei liguri, attraverso la semplificazione degli accessi alle cure e ai servizi, grazie anche allo sviluppo di sistemi di assistenza e monitoraggio a distanza in diversi ambiti – continua Brunetto -. Il documento analizza i bisogni socio assistenziali sanitari del territorio, caratterizzati da una fragilità di natura sanitaria e sociale per l’età avanzata della popolazione e ridisegna una risposta socio sanitaria territoriale”.

“Il PSSR punta sulla tecnologia e sulla digitalizzazione a supporto di tutto il sistema della rete territoriale e ospedaliera. La finalità del piano è la costruzione di un sistema integrato e strutturato di risposte al cittadino, allineato alla domanda e ai bisogni espressi, dove la centralità della persona nei percorsi di cure di presa in carico, è il punto di partenza nel ripensare la riorganizzazione dell’assistenza in tutti i luoghi di cura. Il rafforzamento del concetto della casa come primo luogo di cura rappresenta il primo passo per migliorare l’accesso alle prestazioni sanitarie – spiega - L’ospedale di comunità e la casa di comunità sono il pilastro di questa riorganizzazione, laddove il territorio diventa titolare di una funzione di prevenzione, di prossimità e di presa in carico del paziente, sollevando l’ospedale da ruoli inappropriati o compensativi delle carenze del sistema. In questo quadro si inserisce una nuova visione della rete dell’offerta ospedaliera con la costruzione di tre nuovi ospedali che andranno a modificare l’offerta di territorio del levante (nuovo ospedale Felettino, Asl 4 e 5), del ponente (nuovo ospedale Arma di Taggia, Asl 2 e 1) e dell’area metropolitana genovese (nuovo ospedale Erzelli), e una importante ristrutturazione ed ammodernamento del Santa Corona di Pietra Ligure”.

“La grande scommessa del sistema, che con la Regione coinvolge tutte le figure sanitarie, è dunque quella di ripartire, attraverso scelte condivise con il territorio, per creare un modello di governance basato su una rete di servizi in grado di garantire qualità, motivazione e miglioramento nell’assistenza alle persone, perseguendo politiche di appropriatezza delle prestazioni”, conclude Brunello Brunetto.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di SavonaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium