/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 13 aprile 2011, 12:07

UDC + API – Prove tecniche di centro o voglia di essere presenti nelle scelte?

In questa tornata elettorale per il Comune di Savona UDC ed API si sono uniti in una sola lista.

UDC + API – Prove tecniche di centro o voglia di essere presenti nelle scelte?

E’ stata una scelta che ha portato Uomini che nella scorsa legislatura erano già stati eletti nello stesso Partito a mettersi insieme, in un’unica lista, con Uomini che cinque anni or sono avevano sostenuto il candidato antagonista di Berruti.
Non è stata una scelta dettata da ragioni di opportunità elettorale, ma il frutto di un confronto di idee che ci ha convinto che quello che ci unisce sia più importante di quello che ci divide.
E’ stato, anche, il frutto della valutazione sui Candidati proposti dai due schieramenti più importanti e sui loro programmi elettorali.
Infatti da un lato c’è Federico Berruti, il Sindaco uscente. Un Sindaco che ha bene operato e che ha il diritto di completare il ciclo delle due legislature per realizzare i progetti annunciati e quelli in fase di realizzazione.
Federico Berruti è stato un buon Sindaco, cui è mancato qualche volta ( e non su problemi di poco conto) l’appoggio di una maggioranza coesa e nella quale le idee, che più di tutte rappresentano le nostre idee, non hanno potuto espletarsi compiutamente perchè poco rappresentate.
A competere con Berruti vi è Paolo Marson, il quale ha adottato lo slogan “Uno che decide”, dimenticando di precisare “da solo”.
E dimenticando, anche, come Egli stesso ha dimostrato nella sua veste di Assessore Provinciale, che “da soli non si decide niente”.
L’unica cosa in cui Marson è grande e velocissimo decisionista è nel cambiare campo: in tre anni è passato da “tecnico” scelto da Berruti, a “tecnico” scelto da Vaccarezza, a “politico puro” scelto dall’ on. Scajola.
A noi non piacciono le avventure con i cosiddetti “uomini forti”, convinti come siamo che questi non hanno mai fatti il bene di tutti, ma solo dei pochi che hanno bisogno di forti emozioni.
Noi ci fidiamo di più di Berruti, di cui abbiamo apprezzato la capacità di ascoltare, di fare squadra, di capire i problemi e di trovare soluzioni condivise.
Con gli amici dell’API vogliamo essere al suo fianco affinché le nostre idee possano essere più forti e possano diventare patrimonio condiviso dalla maggioranza della Giunta e del Consiglio Comunale.
Non ci sono altre ragioni nascoste nella scelta di correre insieme in questa avventura, se non il convincimento che assieme si disperdono meno le forze e si è in grado di convincere meglio gli elettori.  
Un tempo si diceva che uniti si vince. Più modestamente vorremmo dire che con gli Amici che nella scorsa legislatura spesso hanno sostenuto idee che erano “originali” rispetto a quelle “normali” della coalizione che ha governato Savona, vogliamo provare a mettere un po’ di novità nella vita politica cittadina perchè siamo convinti che nei prossimi anni ci giocheremo molto del nostro futuro.
E vogliamo giocarcelo bene per noi, per i nostri figli e per far si che Savona, con gli Uomini che si sono dimostrati seri e capaci, possa vedere realizzate cose utili per l’immediato e per il domani.


Coordinatore Provinciale Udc Savona
Roberto Pizzorno

Com. UDC Savona

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium