/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 29 maggio 2012, 17:43

Terremoto e stoccaggio gas: una coincidenza? (video)

Il progetto è fortemente osteggiato dagli abitanti. E c’è persino chi crede nei paesi della zona, ci possa essere stato qualche legame tra le scosse e attività legate a ipotetici sondaggi esplorativi per costruire l’impianto

Terremoto e stoccaggio gas: una coincidenza? (video)

Una coincidenza, forse solo un caso. Sta di fatto che qui, nelle zone colpite dal terremoto in Emilia tutti ne parlano. Le scosse si stanno concentrando proprio nell’area dove è in programma la costruzione di un grande deposito di stoccaggio, in grado di accumulare 3,8 milioni di metri cubi di gas naturale. L’ultima forte scossa di magnitudo 4.3 del 23 maggio ha avuto epicentro ad un passo dall’area dove dovrebbe sorgere l’impianto.

VIAGGIO FINO AL PUNTO ESATTO DELL’EPICENTRO

Il progetto è fortemente osteggiato dagli abitanti. E c’è persino chi crede nei paesi della zona, ci possa essere stato qualche legame tra le scosse e attività legate a ipotetici sondaggi esplorativi per costruire l’impianto.

Sul sito ufficiale dell’Ers, la società che realizzerà l’impianto, si legge che “lo stoccaggio non cambierà la sismicità naturale della zona”. Lo confermano studi del Cnr e dell’Università La Sapienza di Roma. Ma una parte del mondo scientifico non esclude il rischio di “sismicità indotta”, terremoti ossia potenzialmente conseguenti perforazioni. E’ un tema su cui il dibattito ferve. Secondo gli ambientalisti è una possibilità da non escludere e non ci sono sufficienti garanzie (fonte).

Ma nel sito ufficiale del progetto per il gas, si leggono altre frasi interessanti. “La zona di Rivara ha una sismicità di livello 3, cioè bassa. Il centro dei terremoti è sempre stato ad una profondità tra i 15 e i 20 km sotto terra, profondità che non interessa il deposito di stoccaggio gas.” Eppure le scosse di questo sciame sismico stanno avendo profondità mediamente di 5-6 km, in alcuni casi addirittura di solo un km (fonte Ingv).
La perforazione si spingerà, se l’impianto verrà realizzato, fino a 2.970 metri di profondità con 19 pozzi di iniezione.
La frase che lo stoccaggio del gas non influenzerà la sismicità della zona ricorre più volte nei documenti ufficiali dell’Ers: “Lo stoccaggio non inciderà sulla sismicità né per frequenza né per intensità” (fonte). Parole che non convincono gli abitanti del posto, che hanno affisso cartelli No Gas su molti edifici: GUARDA E LEGGI.

Ora anche il ministro dell’ambiente dopo il sisma Corrado Clini ha invitato alla cautela e a compiere ulteriori accertamenti. Coincidenza o diretta conseguenza, queste scosse sembrano in ogni caso quasi un messaggio della natura: state attenti.

Link al video QUI

Per chi sà l'inglese:
USGS study: Human activity ‘certainly’ cause of increased seismic activity

YouReporter News

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium