/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 22 ottobre 2017, 18:15

Quiliano, per il ventennale della Croce Rossa quilianese inaugurata una nuova ambulanza

"Non esiste alternativa al volontariato" ha detto il Presidente Bruno aprendo il pomeriggio di festeggiamenti e di inaugurazione del nuovo mezzo, un Fiat Ducato 290

Quiliano, per il ventennale della Croce Rossa quilianese inaugurata una nuova ambulanza

A Quiliano nella sede in via Bertolotto questo pomeriggio è stato festeggiato il ventennale della fondazione del Comitato quilianese della Croce Rossa con l'inaugurazione di una nuova ambulanza, un Fiat Ducato 290.

E' stata l'occasione  anche per ringraziare e premiare tutte le consorelle occorse all'evento, l'Associazione Cuochi di Savona, l'Unione Regionali cuochi liguri, le istituzioni civili e militari oltre agli storici volontari.

"Questa seconda ambulanza verrà destinata in questo caso a Quiliano ed è stata acquistata con uno sforzo non indifferente - dice il Presidente Pierangelo Bruno - la situazione economica non è ottima ma grazie a un grande lavoro dei volontari e dei dipendenti siamo riusciti a sopperire alle spese. 'Grazie ai volontari e alla cittadinanza' così cita la scritta sul nuovo mezzo. Non esiste alternativa al volontariato".

Poco prima dell'intervento del Sindaco di Quiliano Alberto Ferrando gli è stato consegnato il defibrillatore che verrà destinato nella zona di Valleggia: "Si tratta di un volontariato particolare, fatto di professionalità, quotidianità, di servizio, rivolto agli altri, silente e gratuito. Vi ringrazio per il servizio che voi svolgete, certamente riusciremo a rispondere positivamente alle richieste, piccoli segnali ma significativi e rappresentativi di un senso di riconoscenza da parte dell'Amministrazione".

Lo stesso Sindaco ha donato al Presidente una targa con su scritto "7300 volte grazie"( il numero circa degli abitanti di Quiliano).

Padre Piergiorgio Ladone, parroco della parrocchia di San Pietro di Via Untoria si è occupato della benedizione dei mezzi prima del taglio del nastro effettuato dalla madrina Elena Parodi.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium