/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 14 dicembre 2017, 13:37

Piaggio, il 28 dicembre i sindacati convocati al Mise

Il 9 gennaio 2018 si terrà un secondo incontro sempre al Mise con presente anche l'azienda

AGGIORNAMENTO ORE 18.40: le richieste da parte dei sindacati sono state accolte. Per il 28 dicembre è stato convocato (presenti solo le associazioni di categoria) l'incontro al Mise. Il 9 gennaio nuovo incontro al Mise con presente anche l'azienda.

AGGIORNAMENTO ORE 16.20: il presidio in piazza Saffi è stato sciolto. Per la giornata di domani è stata fissata alle ore 8 l'assemblea dei lavoratori fuori dai cancelli dell’azienda di Villanova (e non alle 10.30 come detto in precedenza). Sempre domani, in base a quello che verrà deciso, i lavoratori decideranno se fare sciopero. "Il prefetto ci ha comunicato che è ancora in attesa della risposta alla richiesta che abbiamo fatto noi, di avere l'incontro a Roma la prossima settimana, non sa se la risposta gli arriverà stasera o domattina" spiegano i rappresentanti sindacali.

Ancora nessuna risposta positiva dopo l’incontro con il Prefetto. I manifestanti Piaggio Aerospace si sono detti delusi per quanto riguarda la riunione relativa alle prospettive di un imminente confronto a Roma con il MiSE (il ministero dello sviluppo economico). Si aspetta, a questo punto, la ricapitalizzazione.

La manifestazione dei lavoratori Piaggio, supportati da quelli di altre due importanti realtà del territorio oggi in difficoltà, Mondomarine e Bombardier, continua.

I manifestanti hanno bloccato tutti gli accessi da e per piazza Saffi, che resteranno non transitabili finché il Prefetto non annuncerà di avere programmato un incontro al ministero.

Diversi i disagi alla viabilità per la presenza del corteo tra le vie del centro della Città della Torretta.

L’intento, dichiarato dai sindacati in maniera congiunta è quello di continuare sciopero e manifestazione per riuscire ad ottenere risposte soprattutto circa la possibilità di un incontro al Ministero tra sindacati Governo e proprietà.

 

Le preoccupazioni riguardano in primo luogo la ricapitalizzazione che sarebbe dovuta avvenire questa settimana, ma anche le decisioni della proprietà che, a differenza di quanto manifestato in Unione Industriali continuano ad essere unilaterali.

Mara Cacace e Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore