/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 23 marzo 2018, 10:09

Savona, pensavano fosse un cantiere ma in realtà era la Caserma della Guardia di Finanza: arrestati tre cittadini albanesi

Ai tre, con precedenti per furto, droga e armi, è stata contestata l’introduzione clandestina in luoghi militari ed il tentato furto aggravato.

Savona, pensavano fosse un cantiere ma in realtà era la Caserma della Guardia di Finanza: arrestati tre cittadini albanesi

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Savona, nella mattinata di ieri giovedì 22 marzo, hanno arrestato tre cittadini di nazionalità albanese: E.G. di 22 anni, E.V. di 29 anni e E.I. di 17 anni, residenti a Taggia (IM), con precedenti per furto, droga e armi.

Uno di questi è stato sorpreso dalla vigilanza interna, già all’interno del perimetro della Caserma “Damiano Chiesa” di Savona, sede delle fiamme gialle savonesi; un secondo era oltre la rete, mentre il terzo attendeva all’esterno alla guida di un furgone.

Ai tre, tutti tratti in arresto su conforme parere dell’A.G., è stata contestata l’introduzione clandestina in luoghi militari ed il tentato furto aggravato. I due responsabili maggiorenni saranno processati per direttissima questa mattina in Tribunale a Savona, mentre il diciassettenne, su disposizione della Procura della Repubblica per i minorenni, è stato associato presso un centro di prima accoglienza di Genova.

La scala rinvenuta sul muro perimetrale, unitamente a due cesoie ed una sega metallica, sono state sequestrate. Al momento dell’arresto lo stupore si è materializzato sui volti dei tre soggetti albanesi: nessuno di loro aveva compreso dove si erano introdotti.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium