/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 26 marzo 2018, 17:39

RFI, rivalutazione stazioni e linee dismesse: il quadro nel savonese

Non solo le stazioni, tra gli obiettivi del Piano Industriale 2017-2026 del Gruppo FS rientra infatti anche il programma di valorizzazione dei binari non più utilizzati, che consente di arricchire la rete di mobilità sostenibile italiana e di recuperare i tracciati che percorrono paesaggi ricchi di storia e bellezze naturali.

Il passaggio della vecchia linea ferroviaria a Varigotti

Il passaggio della vecchia linea ferroviaria a Varigotti

Attualmente sono circa 1.700 le stazioni impresenziate della Rete Ferroviaria Italiana che sono concesse tramite contratti di comodato d’uso gratuito alle associazioni e ai comuni, affinché vengano avviati progetti sociali con ricadute positive sul territorio e sulla qualità dei servizi offerti nelle stesse stazioni.

Tra queste, in provincia di Savona, quella di Albisola Superiore dove i locali sono stati utilizzati come sede dalla Polizia Municipale e quella di Celle Ligure che, nella vecchia stazione, ospita la protezione civile e la Croce Rosa.

Non solo le stazioni però, tra gli obiettivi del Piano Industriale 2017-2026 del Gruppo FS rientra infatti anche il programma di valorizzazione dei binari non più utilizzati, che consente di arricchire la rete di mobilità sostenibile italiana e di recuperare i tracciati che percorrono paesaggi ricchi di storia e bellezze naturali.  

In questo caso, nella nostra provincia parliamo della tratta ferroviaria Finale Ligure-Varigotti che si estende per circa 7 km. Questa era porta della linea Genova-Ventimiglia che è da tempo interessata dalla realizzazione, per tratte, di una linea raddoppiata con un nuovo tracciato a monte della linea costiera, che renda disponibile per il riuso i corrispondenti sedimi dismessi della vecchia linea.

Il tratto dismesso ha origine dalla realizzazione del nuovo tratto a doppio binario Varazze-Savona-Finale ligure (intervento completato nel 1977). I beni ricompresi in questo tratto discontinuo, di proprietà di FS Spa e di RFI SpA, sono ubicati in particolare nel territorio compreso tra la zona urbana di Finalpia e la frazione di Varigotti.

Il tracciato della sede ferroviaria dismessa, nei limiti extraurbani, risulta in parte in stato di abbandono e in parte recuperato e adibito a parcheggi. All'interno della frazione di Varigotti è assorbito dal tessuto urbano e utilizzato a viabilità e parcheggi.

La linea Genova-Ventimiglia (linea del Ponente ligure) è da tempo interessata da un progetto di potenziamento che punta al raddoppio su un nuovo tracciato. L'intervento si sta realizzando per tratte, per le quali si rendono progressivamente disponibili per il riuso i sedimi della vecchia linea dismessi con eliminazione del binario. Una porzione importante della vecchia linea, circa 24 km, non è più di proprietà del Gruppo FS: nel dicembre 2003 è stata ceduta alla Regione Liguria e, successivamente, la proprietà è passata alla società Area 24 SpA che ha previsto la costruzione della pista ciclabile.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium