/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 21 maggio 2018, 10:38

Bergeggi vara il nuovo piano parcheggi per la stagione estiva

Nel periodo 15 giugno/15 settembre la sosta sarà regolamentata con disco orario con fermata massima 2 ore, eccezione fatta per i residenti, i proprietari di immobile, chi presta attività lavorativa nel territorio comunale e ospiti di attività ricettive, tutti muniti di apposito contrassegno

Bergeggi vara il nuovo piano parcheggi per la stagione estiva

 

Partirà con ogni probabilità il giorno 15 giugno la rivoluzione per quanto riguarda le aree di sosta delle autovetture a Bergeggi, conseguenza del nuovo "Piano parcheggi" voluto fortemente dall'amministrazione Arboscello e approvato durante il consiglio comunale di sabato 19 maggio.

Dopo anni in cui sembrava che nulla si potesse fare in tal senso e a seguito di un lungo percorso non privo di difficoltà, dovuto al fatto che Bergeggi non è dotato a livello normativo di un vero e proprio centro storico che consenta di delimitare delle Ztl con posti riservati ai residenti, il Sindaco Arboscello e la sua amministrazione sembrano finalmente aver trovato una soluzione all'annoso problema della carenza di parcheggi durante la stagione estiva.

Ogni anno infatti, soprattutto nella stagione estiva e in particolar modo durante i weekend, sono molte le proteste di residenti e di proprietari di immobili nei confronti dei turisti "mordi e fuggi", cioè i bagnanti del fine settimana che non trovando posto auto sull' Aurelia e non volendo pagare la sosta nel capiente parcheggio a mare S. Nicolo' salgono in paese per  parcheggiare la propria auto, scendono al mare a piedi grazie alle numerose e caratteristiche croze per poi tornare verso sera a recuperare l'auto, sfruttando magari il bus navetta turistico istituito dall' amministrazione stessa.

Situazione ormai divenuta insostenibile per i residenti di un comune che passa dai 1.200 abitanti circa nel periodo invernale agli oltre 6/7.000 durante la stagione estiva, a cui va ad aggiungersi il turismo balneare.

Ora finalmente una soluzione sembra che sia stata trovata: l'amministrazione ha individuato in modo omogeneo su tutto il territorio comunale delle aree, in una percentuale all'incirca del 50% sul totale, dove nel periodo 15 giugno/15 settembre la sosta sarà regolamentata con disco orario con fermata massima 2 ore, eccezione fatta per i residenti, i proprietari di immobile, chi presta attività lavorativa nel territorio comunale e ospiti di attività ricettive, tutti muniti di apposito contrassegno.

Il contrassegno, analogamente al modello di gestione del parcheggio a mare S. Nicolo', verrà rilasciato da Sat dopo aver effettuato una verifica sul possesso dei requisiti e dopo il pagamento di una cifra che varierà tra i 10 euro e i 30 euro a seconda della tipologia di richiedente.

Per quanto concerne le attività ricettive il numero di contrassegni rilasciati sarà proporzionale alla capacità ricettiva della struttura, per i residenti i contrassegni potranno essere al massimo 2 per nucleo famigliare, per i non residenti proprietari di immobili massimo 1 contrassegno.

"Partiamo con questa nuova modalità di sosta in paese consapevoli che non sarà la soluzione a tutti i problemi ma certi di aver individuato l'unica soluzione percorribile per portare benefici e ovviare alle problematiche riguardanti i parcheggi che si presentano puntualmente con l'inizio della stagione estiva" dichiara Arboscello.

"Consideriamola una fase sperimentale. A fine stagione tireremo le somme e valuteremo se il nuovo sistema ha portato i benefici sperati. L' alternativa era istituire delle aree di sosta a pagamento, ma non essendo il nostro obiettivo quello di fare cassa e richiedendo in quel caso l' installazione e gestione di un numero elevato di parcometri abbiamo preferito optare per la regolamentazione con il disco orario. Vedremo poi il da farsi in futuro" conclude il Sindaco.

Contestualmente al più operativo "piano parcheggi" è stato approvato dal consiglio comunale il "Piano di mobilità", strumento utilissimo di indirizzo per la pianificazione futura di tutto ciò che riguarda la mobilità sia carrabile che pedonale.

All' interno del piano di mobilità è presente un' analisi dello stato attuale e i possibili sviluppi progettuali, con possibili interventi sia sulla parte carrabile che su quella pedonale, per rendere più sostenibile possibile la mobilità nel paese rivierasco. Insomma, come lo ha definito il Sindaco, "un cassetto dei sogni" per l'amministrazione, che si augura possa presto diventare realtà. 

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium