/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 27 agosto 2018, 12:37

Albenga, lavori di restyling alle principali strutture sportive

L'obiettivo dell'amministrazione Cangiano è quello di avere degli impianti completamente rinnovati

Albenga, lavori di restyling alle principali strutture sportive

Lavori in corso nelle principali strutture sportive ad Albenga, qualche disagio per l’inizio della stagione sportiva, ma con l’obiettivo di poter avere strutture completamente rinnovate.

Per quel che riguarda il Palamarco ci spiega il vicesindaco Riccardo Tomatis: “Abbiamo completato la posa del parquet, adesso mancano alcuni interventi per risolvere la problematica delle infiltrazioni d’acqua causate dal collocamento dei canali di scolo delle acque piovane e all’impianto elettrico. Contiamo di poterlo restituire alla città entro fine settembre”.

Nel frattempo inizieranno le scuole (alcune di esse non dotate di una palestra usufruiscono abitualmente tale struttura) potrebbero esserci dei disagi per i ragazzi?

Risponde Tomatis: “Solitamente le attività di educazione fisica non iniziano le prime settimane quindi credo che i disagi saranno minimi per i ragazzi delle scuole. Nei prossimi giorni dovremo fare poi un incontro con le varie società sportive perché nel periodo invernale le strutture sportive a nostra disposizione sono effettivamente occupate dagli studenti. Dovremo concordare un calendario proprio per coordinare le varie attività”.

A Vadino d’Albenga vi è poi la tensostruttura completamente rinnovata dall’amministrazione Cangiano.

Afferma Riccardo Tomatis: “Questo è un intervento che abbiamo voluto e che siamo riusciti a realizzare restituendo alla Città una struttura che era abbandonata da tempo. ora viene tenuta perfettamente grazie a Marco Munerol del Minibasket. Ma all’interno abbiamo realizzato anche dei fori per posizionare la rete da pallavolo e per fare altre attività.”

Di fianco vi è poi la pista di pattinaggio “In essa – spiega Tomatis – rimetteremo i due canestri che avevmo dovuto rimuovere perché non certificati. In questo modo contiamo che l’area possa essere ancora più frequentata, quando non è utilizzata per il pattinaggio, per creare movimento e frequentazioni positive che possano allontanare i ragazzi da altre situazioni e possano vederli impegnati, invece, in attività sportive e di aggregazione.”

Spirito simile vi è alla base anche della realizzazione della palestra all’aperto in Piazza Europa e al Bike Park.

Tali interventi, infatti, non solo confermano una vocazione allo sport e l’attenzione del comune di Albenga a tali attività e ai giovani, ma hanno permesso di rivalutare quelle aree urbane.

Spiega Tomatis: “Siamo molto soddisfatti per la palestra a cielo aperto in Piazza Europa, ma anche per il Bike Park che ha permesso di rivalutare una zona in completo stato di abbandono. La pista a prima vista sembra piccola rispetto all’area a disposizione, ma è stata fatta così proprio perché si tratta di una pista da pump track una attività che dovrebbe permettere di percorrerla senza la necessità di pedalare abituando i ragazzi che vogliono fare questo sport ad affrontare parabole, curve e dossi”.

Vi è poi il tennis. I campi dovrebbero essere pronti per fine ottobre: “Si tratta di una struttura di privati, ma anche questa porterà ad una rivalutazione della zona. Saranno realizzati 3 campi da tennis e uno da paddle che sta prendendo sempre più piede anche nella nostra provincia ed è molto divertente”.

Tutto questo senza naturalmente dimenticare i lavori allo stadio Riva per il posizionamento del manto in sintetico e, poi, per la realizzazione del campo a 5 adiacente.

I disagi in questo caso nell’inizio del campionato di calcio. Afferma Tomatis: “Avevamo già preventivato che il campionato sarebbe iniziato a “lavori in corso” le società calcistiche si sono già organizzate. Cisano sul Neva ha dato la disponibilità ad utilizzare i loro campi. I lavori sono ampiamente iniziati. Stiamo procedendo a disporre il sistema di drenaggio e scolo delle acque piovane e gli impianti di irrigazione. Successivamente si procederà alla posa del sintetico, siamo leggermente in ritardo sul crono programma, si parla di 15 giorni, ma che per un intervento come quello che stiamo effettuando non sono molti e speriamo di poter recuperare. Quando i lavori saranno a buon punto potremo poi valutare come impiegare il denaro che ci avanzerà dalla stesura del sintetico e dalla realizzazione del campo a 5. l’idea è quella di fare un intervento sugli spogliatoi e/o sulle tribune. Naturalmente i lavori in questo caso sono sempre valutati e concordati con la federazione e con il Coni”.

Conclude Tomatis: “Devo dire che siamo molto soddisfatti di tutti questi interventi che siamo riusciti a realizzare per Albenga”.

2018/07/11/leggi-notizia/argomenti/albenganese/articolo/albenga-venerdi-13-luglio-linaugurazione-del-bike-park.html

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium