/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 18 settembre 2018, 09:55

Sport, il sindaco di Cisano Massimo Niero pensa in ottica comprensoriale anche per l'Albenga Calcio

Intanto proseguono a ritmo serrato i lavori per la palestra. Niero: "Speriamo di riuscire ad anticipare i tempi"

Sport, il sindaco di Cisano Massimo Niero pensa in ottica comprensoriale anche per l'Albenga Calcio

Proseguono a ritmo serrato i lavori per la realizzazione della palestra vicina alle scuole a Cisano sul Neva.

Afferma il sindaco Massimo Niero: “I lavori stanno proseguendo rapidamente, siamo molto soddisfatti della ditta e crediamo che, se non ci saranno intoppi, potremmo inaugurare l’edificio in occasione del Festival dell’Outdoor del 2019”.

Una palestra che sarà ad uno della scuola, ma non solo, infatti potrà essere utilizzata anche per le attività di outdoor e per le associazioni sportive del comprensorio.

Del resto il sindaco Massimo Niero ha sempre cercato di dare al suo mandato una visione comprensoriale.

Visione che si manifesta anche nella disponibilità concessa all’Albenga Calcio di giocare nel campo sportivo di Cisano in attesa del completamento dei lavori allo Stadio Riva.

Ma c’è di più, infatti con la nuova società nata grazie all’interessamento di alcuni imprenditori locali (Nato delle pompe funebri Liguri e Dario Eirale della pizzeria Scia me Digghe) per salvare l’Albenga Calcio, si sono aperte nuove ipotesi comprensoriali.

Spiega il sindaco Niero: “Ho parlato già in diverse occasioni con gli imprenditori che si sono interessati alla situazione, stanno cercando altre persone interessate a partecipare al progetto e credo che potrebbe aprirsi una prospettiva per creare una squadra a largo raggio che coinvolga anche altri comuni del comprensorio come il nostro. Naturalmente almeno al momento continuerebbe a mantenere il suo nome, ma chissà che non si possano apportare in futuro alcune modifiche per aggiungere anche l’immediato entroterra nel progetto”.

Nessun progetto concreto dunque, almeno per ora, ma una speranza che affonda le sue radici in una collaborazione fruttuosa già avviata.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium