/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 20 marzo 2019, 11:53

Spostamento del mercato di Albenga, si accendono le polemiche. Il vicesindaco Tomatis: "Siamo aperti al dialogo e a valutare qualche modifica, ma lo spostamento era necessario"

Mauro Vico rappresentante degli ambulanti: "Hanno creato un problema, dove un problema non c’era.". Il vicesindaco Tomatis: "Per fare le valutazioni opportune è necessario basarsi su una tempistica più lunga."

Spostamento del mercato di Albenga, si accendono le polemiche. Il vicesindaco Tomatis: "Siamo aperti al dialogo e a valutare qualche modifica, ma lo spostamento era necessario"

Certo il giorno non è stato propizio per il trasferimento del mercato di Albenga.

Il forte vento rende difficile ogni operazione ed anche i cittadini, in queste prime ore, non si può certo dire che stiano affollando la zona, anche se un po' di curiosi sono presenti sul mercto.

A prendere una posizione molto forte i venditori. Afferma Mauro Vico rappresentante degli ambulanti: "Oggi , come previsto , si è potuto toccare con mano che la zona in cui questa amministrazione si è intestardita a voler trasferire il mercato, non è adatta , oltre a non essere idonea dal punto di vista commerciale è molto più esposta agli agenti atmosferici, è anche priva di ogni genere di servizio e di altre attività commerciali, impensabile poi che una cinquantina di colleghi siano stati collocati nella zona della foce oltre il ponte della ferrovia che non per caso si chiama via dei deportati ed internati albenganesi in Germania , più volte abbiamo chiesto di modificare la piantina della zona mercatale per fare che ciò non accadesse, ma non ci hanno ascoltato. Un danno economico notevole non solo per tutti gli operatori del mercato settimanale, ma sicuramente , anche per le attività della zona di via Dalmazia , che da oggi , ogni mercoledì, vedranno diminuire i propri incassi . Praticamente hanno creato un problema, dove un problema non c’era."

Il vicesindaco Riccardo Tomatis sul trasferimento afferma : "Il forte vento di oggi certo non ha facilitato la situazione per gli ambulanti, ma, per fare le valutazioni opportune è necessario basarsi su una tempistica più lunga. Tra qualche mese potremmo sederci nuovamente ad un tavolo di lavoro e valutare alcune modifiche al posizionamento dei banchi."

"La decisione dello spostamento è stata presa per motivi di sicurezza. Era molto difficile, infatti, presidiare tutti  gli accessi e i passi carrai presenti in via Dalmazia. Quindi non è vero che avviamo generato un problema là dove non c'era. I residenti ed alcuni commercianti ci stanno ringraziando in queste ore per questo spostamento. - continua Tomatis - Per quel che riguarda i banchi presenti dopo il ponte della ferrovia vorrei sottolineare come inizialmente avessimo cercato una soluzione diversa. Successivamente, però, sono stati proprio gli ambulanti a chiederci di spostare in quella zona più banchi per fare in modo che le persone si recassero anche in quelle aree. Sicuramente, ad ogni modo, dopo le prime valutazioni potremmo valutare anche soluzioni leggermente diverse, magari utilizzando anche alcune vie laterali, ma rimanendo, comunque sul Lungocenta. I nostri uffici avevano valutato altre soluzioni, come quella di via Carloforte, ma non era possibile quella soluzione per questioni di spazi".

 

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium