/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 10 ottobre 2019, 09:45

Operazione fallita per il cambio di sesso: 374 mila euro di risarcimento ad una transessuale ligure

Storica sentenza del Tribunale di Savona: riconosciuti per la prima volta i danni per violazione del diritto all'identità sessuale

Operazione fallita per il cambio di sesso: 374 mila euro di risarcimento ad una transessuale ligure

374 mila euro di risarcimento dopo un’operazione fallita per il cambio di sesso che ha causato danni irreversibili. È questa la cifra riconosciuta ad una donna transessuale ligure di 40 anni. Il Tribunale di Savona, infatti, ha stabilito che i medici oltre ad aver causato un danno biologico alla persona coinvolta le hanno violato anche il diritto all’identità sessuale (individuato come autonomo diritto fondamentale).

L'intervento, avvenuto all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, risale al 2010: un'operazione non andata a buon fine, seguita da altri 8 interventi che però non hanno portato agli esiti sperati. Il giudice di Savona ha così stabilito in 214mila euro la somma individuata come risarcimento per il danno biologico dovuto alle sofferenze fisiche patite e ai tre mesi che la donna è stata obbligata a passare in ospedale, oltre alle difficoltà relazionali e sentimentali. 150 mila euro, invece, il danno morale legato alla lesione dell’identità sessuale con conseguenze sulla vita relazionale. 

Per la prima volta, un tribunale italiano riconosce i danni per violazione del diritto all'identità sessuale. "Un risultato storico" ha commentato l'avvocato Alessandra Gracis, che ha assistito nella causa la 40enne ligure.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium