/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 15 ottobre 2019, 16:15

Da Alassio a Finalborgo passando per la Val Bormida: la grande festa delle Porsche di GT Tour Italia

Da venerdì a domenica un "tour" che attraverserà alcuni tra i Borghi più belli d'Italia e si concluderà nella rinnovata piazza di Porta Testa

immagine di repertorio (fonte Wikipedia)

immagine di repertorio (fonte Wikipedia)

Tra le auto più belle del mondo, quelle che coniugano lusso e sportività, esiste probabilmente un solo marchio a livello europeo, ma forse anche a livello planetario, all’altezza di contrastare il blasone dei grandi nomi dell’ingegneria italiana come Ferrari, Lamborghini, Maserati. Stiamo naturalmente parlando della tedesca Porsche di Stoccarda.

Queste automobili dalla linea filante e aggraziata sono state protagoniste di innumerevoli film e video musicali e adesso un club di appassionati del marchio tedesco ha scelto il Ponente Savonese, con chiusura dell’evento a Finalborgo, per ritrovarsi.

La cornice è perfetta in quanto da anni Finalborgo ha conquistato su scala mondiale (proprio come Porsche!) un nome di prestigio per un turismo che ama allo stesso tempo lo sport ma anche la bellezza, l’arte, la cultura.

Ecco il programma: venerdì 18 ottobre l’associazione di appassionati GT Tour Italia si ritroverà ad Alassio per una cena conviviale alla trattoria i Matetti e un pernottamento all’Hotel Savoia.

Dopo un tour dell’entroterra ingauno che nella giornata di sabato porterà le “rombanti tedesche” al cospetto dei Borghi più Belli d’Italia di Zuccarello e Castelvecchio di Rocca Barbena e che proseguirà in Val Bormida, tra Calizzano, Bardineto e Osiglia, a Finalborgo sarà dedicato il gran finale di domenica. La gita sulla costa dei “porschisti” infatti li porterà a conoscere Albenga e Ceriale, Borghetto Santo Spirito e Loano, Pietra Ligure, Borgio e Verezzi, fino appunto alla conclusione a Finalborgo.

Qui i gioielli della tecnologia tedesca faranno bella mostra delle loro forme sinuose in piazza di Porta Testa, ma il ricco programma prevede anche le visite ai castelli, al centro storico, al Museo Archeologico del Finale, fino a una festosa conclusione “gastronomica” dal ristorante Invexendu.

Abbiamo raggiunto telefonicamente il presidente del Club, Maleno Montagnani.

Come è nata la scelta di una visita nel Ponente Ligure?

“La nostra è un’associazione nata per il piacere di guidare, quindi scegliamo raduni sempre un po’ fuori dall’ordinario. Grazie a un nostro carissimo amico e socio di Alassio, avevamo già scoperto e visitato questi luoghi nel 2016 e avevamo programmato un giro diverso da quello che faremo stavolta. In quella occasione abbiamo scoperto che anche il titolare del Savoia guida Porsche e si è iscritto al nostro club. Così gli abbiamo fatto una promessa: la prossima volta verremo da te. Ed eccoci qua. In generale Alassio è una città che ci vuole bene, ci accoglie sempre festosamente e il Comune ci dà il patrocinio, sono luoghi in cui torniamo volentieri”.

Come si diventa “porschisti”?

“Semplicemente guardandole, guidandole, ed ecco che scatta l’amore. Diventa come una malattia. Oggi contiamo oltre 460 iscritti, 60 soci, ed una delle nostre protagoniste è la Boxster. Un modello affascinante, sempre attuale, sempre bello, mai banale, che non invecchia. Da guidare è un piacere, ti fa scendere col sorriso e, tutto sommato, per chi vuole avvicinarsi al mondo delle auto sportive è più accessibile di tanti altri modelli ma, al tempo stesso, non ha nulla da invidiare a tante supercar”.

Sapete già in quanti sarete a visitare la nostra Riviera?

“Per una questione di gestione ottimale degli spazi, delle piazze, delle prenotazioni nei locali abbiamo scelto di chiudere l’evento a un massimo di trenta iscritti, ma le prenotazioni sono andate sold-out già due mesi fa. Siamo soddisfatti, i nostri eventi fanno sempre grandi numeri: in Toscana abbiamo scelto di chiudere un evento a 70 iscritti ma potevano essere anche di più”.

E si potranno ammirare modelli particolari?

“Le grandi protagoniste saranno ovviamente le Boxster, le Carrera e le Cayman, ma avremo parecchie serie interessanti, come le GTS su base 981 le GTS su base 718, un paio di Carrera RS e di Carrera GT3”.

Questa manifestazione è salutata con simpatia anche dall’associazione Finalborgo.it, che da sempre si impegna a promuovere un turismo capace di apprezzare il bello: “Riteniamo che sia una bellissima iniziativa e ringraziamo l’associazione GT Tour Italia per avere scelto il Ponente Ligure in generale e Finalborgo in particolare. Siamo certi che i nostri luoghi sapranno creare un perfetto connubio con l’eleganza del design delle loro Porsche, valorizzandone ulteriormente la bellezza”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium