/ Cronaca

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 20 ottobre 2019, 12:45

Confermata l'allerta rossa nel centro della Liguria (zone B e D) dalle 20 di stasera: domani 21 ottobre scuole chiuse nelle zone "rosse"

L'assessore Giampedrone: "Ci stiamo confrontando con una perturbazione lenta, ma con risultati molto più impattanti sul suolo rispetto a quanto sia avvenuto nei giorni scorsi"

Confermata l'allerta rossa nel centro della Liguria (zone B e D) dalle 20 di stasera: domani 21 ottobre scuole chiuse nelle zone "rosse"

"Ci stiamo confrontando con una perturbazione lenta, ma con risultati molto più impattanti sul suolo rispetto a quanto sia avvenuto nei giorni scorsi". Con queste parole l'assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, annuncia durante una diretta dalla sede di Protezione Civile la decisione di passare, nelle ore serali, da allerta arancione ad allerta rossa nelle zone B e D. La prima per la provincia di Savona inizia da Spotorno e arriva fino a Camogli. La D riguarda nel Savonese la Val Bormida e nel genovese le Valli Bisagno, Stura e Polcevera.

Precauzionalmente tutte le altre zone passano dal livello giallo a quello arancione, alcune già dalle 13, altre in serata (come da tabella allegata in fotogallery).

L'assessore Giampedrone conferma che le zone interessate dall'allerta rossa vedranno per la mattinata di domani le scuole chiuse in automatico.

Ulteriori aggiornamenti verranno rilasciati dalla Regione alle 18, ma il "codice rosso" è comunque confermato dalle 20 di stasera alle 15 di domani. E, comunque, alle 15 di domani non dovrebbe cessare ancora l'allerta ma sarà ulteriormente rivista.

Questo il bollettino diramato da Arpal: 

sul settore centrale della regione (zone B e D, bacini piccoli e medi) allerta arancione fino alle 20 di oggi, domenica 20 ottobre. poi allerta rossa fino alle 15 di domani, lunedì 21, quindi nuovamente arancione fino alle 24 sempre di domani. per i bacini grandi allerta gialla fino alle 20 di oggi, poi arancione fino alle 24 di domani

a ponente (zona A, bacini piccoli e medi) allerta arancione fino alle 15 di domani lunedì 21. per i bacini grandi allerta gialla fino alla mezzanotte di domani lunedì 21.

sul levante (zona C, bacini piccoli e medi), allerta gialla fino alle 20 di oggi, poi arancione fino alle 18 di domani, lunedì 21, quindi gialla fino alle 24. per i bacini grandi allerta gialla fino alle 24 di domani.

sui bacini padani di levante (zona E, bacini piccoli e medi), allerta gialla fino alle 20 di oggi, poi arancione fino alle 24 di domani, lunedì 21. per i bacini grandi allerta gialla fino alle 24 di domani.

Nb la zona B è composta solo da bacini piccoli e medi. 

Questi i fenomeni previsti nell’avviso meteorologico di oggi:

OGGI, DOMENICA 20 OTTOBRE: aumento dell'instabilità per l'intensificazione dei flussi umidi meridionali. Piogge diffuse con intensità forte e cumulate fino ad elevate su tutte le zone. I fenomeni potranno assumere carattere temporalesco con alta probabilità di temporali forti, organizzati e persistenti su tutte le zone. Vento di burrasca con raffiche fino a 80 km/h su BCE, forte su D. Mare localmente agitato su BC per onda da sud-est, in calo dalla serata.

DOMANI, LUNEDI’ 21 OTTOBRE: continua la fase instabile e perturbata con piogge diffuse di intensità forte e cumulate tra significative ed elevate su tutte le zone. I fenomeni potranno assumere carattere temporalesco con alta probabilità di temporali forti, organizzati e persistenti su tutte le zone. Venti forti da sud/sud-est con raffiche fino a 60-70 km/h su BCDE.

DOPODOMANI, MARTEDI’ 22 OTTOBRE: residue precipitazioni nelle prime ore del mattino, più probabili su BDE e in attenuazione durante la mattinata. Venti forti dai quadranti settentrionali con raffiche fino a 70 km/h su A e parti occidentali di B e D.

Ricordiamo anche la suddivisione in zone del territorio regionale: A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa; B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno; C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla; D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida; E: Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

L'AGGIORNAMENTO DELLE ORE 18 NELLE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE GIOVANNI TOTI:

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium