/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 18 febbraio 2020, 09:38

Albenga, il consigliere comunale Roberto Tomatis apre un filo diretto con i cittadini

"Mi rendo disponibile a formulare interrogazioni, mozioni e ordini del giorno per risolvere problemi che l'amministrazione non vuole interessarsi" commenta Tomatis

Albenga, il consigliere comunale Roberto Tomatis apre un filo diretto con i cittadini

"L'amministrazione comunale, guidata dal dott. Riccardo Tomatis, è distante anni luce dalla gente, è lontana dalle esigenze e dalle necessità degli Albenganesi, lontana a tal punto che, i cittadini, ormai delusi e senza alcuna  fiducia nei confronti delle istituzioni locali, non  hanno  più voglia di  fare le segnalazioni, neppure  per le ordinarie necessità, piccole o grandi che siano". Il consigliere comunale del gruppo Lega Roberto Tomatis torna a puntare il dito contro una maggioranza troppo distante dalla città e lancia ancora una volta una proposta per colmare la carenza di comunicazione con l’istituzione locale.

"Ho deciso di aprire un canale diretto per chi vuole dare consigli – sottolinea il consigliere Tomatis - oppure denunciare disservizi anche solo per chiarimenti, al numero 339 7712376 i cittadini troveranno chi darà loro ascolto, anche solo con messaggi WhatsApp. Mi rendo disponibile a formulare interrogazioni, mozioni e ordini del giorno per risolvere problemi che l'amministrazione non vuole interessarsi".

E conclude: "Credo che questo sia il modo giusto di fare politica uscendo dal palazzo e dalle sedi di partito, la figura del Sindaco è per antonomasia quella che dovrebbe essere più vicina ai cittadini. Un sindaco dovrebbe essere presente in città e non solo all’interno del Palazzo e soprattutto dovrebbe essere predisposto all’ascolto. Ma, ad Albenga, la sensazione che hanno i cittadini del proprio Sindaco è diametralmente opposta. Un sindaco lontano, presente sicuramente a tutte le occasioni istituzionali e mondane, ma non altrettanto quando la gente comune ha bisogno di un amministratore capace di registrare e risolvere i tanti problemi che la nostra città registra, dalla microcriminalità allo spaccio fino alla trascuratezza di molte zone che, non rientrando nel centro storico, restano abbandonate".

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium