/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 12 settembre 2011, 14:00

Come t'istruisco i Cairesi su quant'è bello il biodigestore di Pinerolo. Burp.

Una “gita” all’impianto di compostaggio di Pinerolo, una struttura molto simile al biodigestore che si sta pensando di realizzare nell’area di Ferrania. Ma sull'impianto che dovrebbe sorgere a Ferrania restano alte le perplessità

Come t'istruisco i Cairesi su quant'è bello il biodigestore di Pinerolo. Burp.

“Credo che ogni cosa, se possibile, vada conosciuta e verificata. Perciò, per meglio capire ciò che si è detto circa un mese fa, durate la presentazione del progetto di Ferrania Ecologia per la realizzare di un impianto di trattamento dei rifiuti umidi per la produzione di compost e biogas, abbiamo finalmente fissato la data per la visita all’impianto di compostaggio di Pinerolo, della ACEA S.p.a. Una struttura del tutto simile a quella che si sta pensando per l’area di Ferrania e che ospiterà per un giorno i visitatori cairesi interessati. La gita in pullman è prevista per sabato 1 ottobre”, spiega dal suo blog il sindaco di Cairo Fulvio Briano.

L’impianto è proposto da Ferrania Ecologia, i cui responsabili dicono che: “L’impianto, che raccoglie e tratta la parte umida del rifiuto differenziato, risponde ad una necessità a livello territoriale inerente al ciclo della raccolta differenziata, ed è strategico per la Regione. La struttura produrrà, attraverso la digestione anaerobica, energia elettrica, termica e compost di qualità, prodotto valorizzabile e commercializzabile. Il progetto una volta a regime genererà infatti nuova occupazione diretta per 8 unità, a cui si andrà ad aggiungere l'indotto impegnato nei programmi di raccolta differenziata e trasporto, per cui si prevede un incremento occupazionale”.

Un progetto che aveva immediatamente fatto scattare le reazioni delle associazioni ambientaliste.

Tre i punti fondamentali sui quali si basavano le proteste:

- il mancato coinvolgimento dei cittadini,

- il timore che la Val Bormida si trasformi nel polo dei rifiuti 

- le preoccupazini circa l’impatto ambientale.

Proprio qer quanto rigurda quest’ultimo punto era stato portato ad esempio il biodigestore di Fossano, che spesso sprigiona nell’aria odori tremendi.

Problema che, sempre secondo i promotori, a Ferrania non ci sarebbe, dal momento che  “non si possono fare paragoni: a Fossano il sistema anaerobico è stato introdotto solo recentemente, mentre l’impianto di Ferrania Ecologia sarà anaerobico, e quindi “sigillato” da subito”.

Ma al di là della visita a Pinerolo - dove ovviamente quel giorno sarà tutto perfetto - il punto è: davvero grazie al sistema anaerobico e a questo metodo di trattamento dei rifiuti, si riusciranno ad evitare altre clamorose puzze, ben note in valbormida nei secoli?

E soprattutto perché non portare i cittadini a Fossano, più vicino e con un impianto simile?

 

 

e.m.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium