/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 03 aprile 2019, 10:31

Cairo, giro di vite al gioco d'azzardo: slot spente dalle ore 7 alle 19

L'ordinanza è stata firmata nella giornata di ieri dal sindaco Paolo Lambertini

Cairo, giro di vite al gioco d'azzardo: slot spente dalle ore 7 alle 19

Giro di vite del Comune di Cairo Montenotte sul gioco d'azzardo. Nella giornata di ieri, il sindaco Paolo Lambertini ha firmato un'ordinanza che stabilisce le fasce orarie di divieto (dalle ore 7 alle 19) di esercizio delle sale scommesse e della videolottery, nonché l'utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite di denaro installati presso i pubblici esercizi, circoli privati, esercizi commerciali vari e tabaccherie.

Gli apparecchi di intrattenimento e di svago nelle ore di non funzionamento dovranno essere spenti tramite l'apposito interruttore elettrico.

"I Servizi Sociali del Comune - si legge sull'ordinanza - hanno denunciato timori in riferimento alle classi sociali più deboli, potenziali vittime della 'gambling addiction' con la illusoria speranza di 'cambiare vita', eventualità che rischia di vanificare le politiche e le azioni attuate fino ad ora a sostegno delle categorie disagiate con un buon grado di successo".

Il gioco d'azzardo patologico o ludopatia è definito dall'organizzazione mondiale della Sanità malattia sociale e rientra tra i disturbi del controllo degli impulsi e ha grande affinità con le manifestazioni impulsivo ossessive ed in particolare con i comportamenti di abuso e dipendenza.

Il giocatore spesso, è vittima della propria compulsività ed è indotto a compiere condotte antigiuridiche per ottenere denaro, senza tralasciare i possibili aspetti connessi alla criminalità, quali lo sfruttamento delle situazioni di vulnerabilità per trarne enormi profitti.

La violazione delle relative disposizioni comporta la sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di 1.000,00 Euro ad un massimo di Euro 5.000,00. 

Graziano De Valle

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium