/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 27 novembre 2019, 12:24

Albisola, il dramma di una madre: "Costretta a rinnegare l'invalidità di mio figlio per avere gli assegni familiari"

Il contributo per l'invalidità del figlio comporterebbe la rinuncia agli assegni per il sostentamento delle due figlie femmine

Albisola, il dramma di una madre: "Costretta a rinnegare l'invalidità di mio figlio per avere gli assegni familiari"

Hai un figlio disabile? Niente assegni familiari. Hai bisogno di assegni per il sostentamento familiare? “Rinneghi” la disabilità di tuo figlio. Questo, in estrema sintesi, il contenuto di una lettera recapitata dall’INPS di Savona a una donna di Albisola.

Oggi vi raccontiamo la storia di M. (l’iniziale è d’obbligo, per rispettare la privacy in un momento così delicato), una coraggiosa mamma single che ha sempre lavorato duramente per garantire tutto il necessario ai suoi tre figli. A volte, però, il duro lavoro non basta e un piccolo contributo statale può fare comodo. Dopotutto è proprio per questo che esistono i famosi “assegni familiari”.

Tuttavia M. riceve già un sussidio di invalidità per uno dei suoi tre figli. Del caso di questo ragazzo ci eravamo già occupati su Savonanews: nato nel 2008, oggi undicenne, il giovane presenta dei disturbi dell’attenzione collegati a iperattività, depressione infantile e disturbo oppositivo-provocatorio, per questo necessita di essere adeguatamente attenzionato.

La madre è in possesso dei certificati, redatti da commissioni scientifiche, che attestano in modo chiaro la situazione del ragazzo, rilasciati nel 2015 e rinnovati nel 2017 e 2018 dopo costanti controlli.

Eppure, un paio di giorni fa, la donna ha ricevuto una lettera dell’INPS, sottoscritta da una commissione scientifica di quattro persone, che impone una scelta: o rinuncia agli assegni familiari o rinnega la disabilità del figlio, rinunciando così al contributo per l’invalidità.

Non solo: il ragazzo si trova ad essere un incolpevole e inconsapevole “ago della bilancia” anche per i destini delle sue due sorelle. Infatti la donna nel momento in cui scegliesse il sussidio di invalidità per lui, dovrebbe rinunciare agli assegni familiari per tutta la famiglia, quindi anche per le due figlie femmine.

Si tratta di una decisione non percorribile, in quanto la donna ha bisogno di entrambi i contributi per mandare avanti la famiglia come ha sempre fatto ma, al tempo stesso, anche per garantire al figlio tutto l’affiancamento necessario.

Alberto Sgarlato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium