Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Varazze

Elezioni comune di Loano

 / Attualità

Attualità | 22 giugno 2020, 13:24

Vado saluta l'ex carbodotto e lascia spazio ad un nuovo polo logistico (FOTO e VIDEO)

Dopo l'intervento del fine settimana prosegue la dismissione messa in atto da Vernazza Autogru lasciando spazio al futuro

Vado saluta l'ex carbodotto e lascia spazio ad un nuovo polo logistico (FOTO e VIDEO)

Riconversione industriale con un nuovo polo logistico a Vado Ligure e dismissione dell'ex carbodotto di Tirreno Power.

Questi i temi principali al centro dell'inaugurazione del primo intervento strutturale messo in atto da Vernazza Autogru e che ha visto, già nel fine settimana, portare allo smaltimento di una parte storica per la citta vadese e dare vita così ad una nuova area industriale nel savonese. Vernazza quindi realizzerà, insieme a Tirreno Power, una cittadella nell'area in cui veniva stoccato il carbone della centrale elettrica dove verranno realizzati test e manutenzione.

"Oggi possiamo dire con orgoglio che si tratta dell'inizio del nostro percorso - aggiunge Diego Vernazza, amministratore delegato 'Vernazza Autogru' - Noi ci crediamo fermamente e vogliamo procedere nella direzione che ci siamo prefissati due anni fa. Per quanto riguarda le tempistiche, si tratterà di un percorso intenso di 24 mesi dove verrà smontato e demolito l'impianto. Alcuni edifici saranno convertiti. L'operazione a regime si concluderà nell'arco di 4-5 anni".

Il Gip di Savona ha disposto il dissequestro dei gruppi a carbone della centrale di Vado Ligure di Tirreno Power e già nel 2016 l’azienda aveva annunciato che non sarebbero mai più rientrati in funzione. Ora dunque queste aree tornano nella disponibilità di Tirreno Power che ha quasi completato l’intero piano di reindustrializzazione di cui oggi vediamo passi importanti con l’inizio dei nuovi interventi nelle aree rilevate da Vernazza Autogru.

Il dissequestro dei gruppi produce ricadute positive immediate per l’occupazione sul territorio. Le attività di smantellamento dureranno un anno e coinvolgeranno in media circa cinquanta persone. La gara per questo impegnativo intervento privilegerà l’utilizzo dei lavoratori del territorio.

Dice Fabrizio Allegra direttore generale di Tirreno Power: “E’ un giorno importante che segna tangibilmente l’evoluzione di queste aree che conservano la loro vocazione industriale e produttiva. Era un impegno che avevamo preso con il territorio e siamo entusiasti di dare il nostro contributo per l’occupazione e il rilancio. Da parte nostra, ora che ci sono stati riconsegnati, già in autunno partiremo coi lavori di smantellamento dei gruppi a carbone con un importante impegno a favore dell’economia del territorio".

 

"Oggi si abbatte un processo industriale per dare a spazio a nuove realtà produttive che partono dal porto fino ad arrivare all'entroterra. - spiega il sindaco di Vado Ligure Monica Giuliano - Tutto questo per dare la possibilità alle aziende di sviluppare una nuova economia. E' un sentimento contrastante, per chi è nato qui come me rappresenta un simbolo di una comunità laboriosa e attiva che se ne va. Dall'altro lato è un cambiamento assolutamente necessario per fare posto ad un nuovo processo che con grande fatica abbiamo portato a casa". 

"Da un'area oggetto di grandi discussioni negli ultimi anni, avremo la possibilità di avere un polo di formazione, crescita e lavoro - commenta il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri - Siamo nel cuore dell'area di crisi complessa che ha riottenuto un finanziamento importante. Uno dei miei prossimi atti sarà la firma dell'accordo per l'ampliamento del piano di finanziamento dell'area".

 

"Oggi contiamo di smontare altri 60 metri di tubo mediante l'utilizzo di due gru: una cingolata e l'altra telescopica. Complessivamente abbiamo rimosso 120 metri di carbodotto in circa 36 ore - spiegano Giulia Vernazza, titolare dell'omonima azienda e Andrea Boglio titolare e amministratore unico Cmc - Consideriamo di procedere con il primo tiro nel pomeriggio odierno. Questo per avere il tubo a terra e partire cosi con la fase di smontaggio. La struttura dovrebbe raggiungere i parchi di stoccaggio nel giro di poche ore, dopodiché si procederà con il resto dell'attività. I lavori sono andati bene, abbiamo anche anticipato i tempi prefissati". 

"La sicurezza ha avuto un ruolo molto importante - spiega il geometra Arturo Cipriani dello studio Cipriani - C'è stato un lavoro a tavolino preparatorio per organizzare tutte le attività. Questo tubo ha una lunghezza di 440 metri e attraversa non solo spazi privati, ma soprattutto aree pubbliche, strade e centri abitati. Le operazioni sono state organizzate per garantire standard di sicurezza elevati". 

"Un intervento fondamentale per la nostra provincia. Venire qui per me, è una grande emozione. Quando nel 2009 sono diventato presidente della provincia di Savona, indubbiamente Vado Ligure rappresentava ieri come rappresenta oggi uno snodo fondamentale - spiega Angelo Vaccarezza, consigliere regionale di "Cambiamo!" - Un luogo in cui si è pagato un prezzo altissimo in termini di vite. Ma una zona dove è stato dato lavoro e ricchezza. Un'immensa crisi affrontata dalle ultime tre amministrazioni provinciali. Proprio la candidatura unitaria di Monica Giuliano nel 2014 nacque dall'idea di avere il sindaco di Vado come presidente della provincia perché proprio da Vado passa il futuro della provincia e della Regione. Oggi è un giorno fondamentale, c'è un imprenditore che ha fatto impresa in modo importante ed è compito della politica creare i presupposti, ossia rendere i tempi i più brevi possibili". 

"Si tratta dell'ennesima tappa assai importante per tutto il savonese. Vado Ligure e la Val Bormida rappresentano due aree fondamentali per la nostra provincia. Sia per la logistica, sia per quanto riguarda la parte industriale" conclude Alessandro Berta, direttore dell'Unione Industriali della Provincia di Savona. 

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium