/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 12 agosto 2020, 15:23

Savona, il nuovo centro raccolta rifiuti sarà in zona Paip a Legino: progetto da 1milione e 400mila euro

Il nuovo centro andrà a sostituire quello attualmente presente in via Caravaggio e la realizzazione dell'opera sarà prevista nel piano industriale redatto per la costituzione della New.Co che subentrerà al 49% ad Ata

Savona, il nuovo centro raccolta rifiuti sarà in zona Paip a Legino: progetto da 1milione e 400mila euro

Dopo il centro raccolta di rifiuti ingombranti di via Caravaggio via alla realizzazione del secondo centro in un'area di proprietà comunale in via Molinero, zona Paip di Legino nell'area del Palavolley.

Il nuovo centro andrà proprio a sostituire quello attualmente presente nell'area di proprietà del Consorzio Depurazione Acque e la realizzazione dell'opera per una cifra complessiva di 1 milione, 373mila e 460 euro sarà prevista nel piano industriale redatto per la costituzione della New.Co che subentrerà al 49% ad Ata.

Il liquidatore giudiziale, in accordo con il comune di Savona, ha incaricato lo Studio di Ingegneria STG di Savona e il geologo Marcello Brancucci per l'esecuzione delle indagini preliminari e la redazione del progetto di fattibilità tecnico economica per la realizzazione del centro.

Il progetto presentato quindi risponderebbe alle esigenze dell'amministrazione comunale in relazione alle indicazioni fornite in merito alla necessità di individuare un'unica area dove posizionare il nuovo centro di raccolta rifiuti urbani, servizio indispensabile per consentire l'avvio del nuovo servizio di igiene urbana basato sulla raccolta porta a porta Ata

Al momento Ata continuerà a gestire l'area di via Caravaggio, dopo che lo scorso febbraio erano decadute le autorizzazioni provinciali per l'impianto di recupero alla società Ferrania Ecologia che gestiva in affitto la zona di proprietà del Consorzio per la Depurazione delle Acque.

L'amministrazione comunale aveva chiesto ad Ata, per non interrompere il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani ingombranti alla cittadinanza, di procedere al posizionamento di alcuni cassoni scarrabili nell'area dell'ingresso di via Caravaggio, sgomberando poi l'area dove era presente precedentemente l'impianto di recupero.

La partecipata comunale aveva effettuato così tutti i lavori di adeguamento tecnico/gestionale alle prescrizioni previste dalla normativa vigente in materia e ha attrezzato l'area per il conferimento dei rifiuti soldi urbani. Inoltre il centro di raccolta, finché Sat non si attrezzerà autonomamente, potrà essere utilizzato anche dai cittadini dei comuni di Vado Ligure, Quiliano e Bergeggi e dalla stessa partecipata comunale.

Sono al momento autorizzati ad accedere e a conferire al centro di raccolta rifiuti per le utenze domestiche e non domestiche i cittadini titolari di regolare posizione TARI nel Comune di Savona e nei Comuni di Vado Ligure, Quiliano, Bergeggi e i soggetti titolari di contratto/convenzione/concessione con il comune di Savona o con il proprio gestore relativamente ad attività legate al servizio di igiene urbana e gestione del verde pubblico.

Si era risolto così un problema che nei mesi scorsi aveva messo in importanti difficoltà la città di Savona già soggetta a disagi legati alla raccolta dei rifiuti dopo la chiusura del centro presente nei pressi di via Caravaggio e di proprietà di Autostrade.

In quella zona Ata svolgeva il trasferimento dei rifiuti, i quali venivano prima ritirati dai cassonetti nelle vie savonesi con i camioncini e riversati poi all’interno di grandi contenitori per compattare la spazzatura.

"Sarà una struttura completamente moderna con attrezzature all'avanguardia, aperto tutto il giorno e verrà aumentata la tipologia dei rifiuti conferiti - spiega l'assessore alle società partecipate Silvano Montaldo - si tratta di una struttura di 5mila metri e serve anche per contenere i costi grazie alla raccolta di rifiuti indifferenziati e compostaggio". 

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium