/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 ottobre 2020, 18:34

Comitato Ordine e Sicurezza in Prefettura, Tomatis (Albenga): "Confidiamo nella collaborazione di tutti"

Questa mattina si è tenuto il tavolo per discutere del nuovo Dpcm e fare il punto sulla situazione territoriale savonese

Comitato Ordine e Sicurezza in Prefettura, Tomatis (Albenga): "Confidiamo nella collaborazione di tutti"

Si è tenuto questa mattina in modalità videoconferenza il Tavolo Ordine Pubblico e Sicurezza al quale hanno partecipato il Prefetto, il Questore, i rappresentanti delle forze dell'ordine, il Presidente della Provincia di Savona ed i sindaci di Savona Ilaria Caprioglio e di Albenga Riccardo Tomatis.

Afferma il sindaco Tomatis: "Durante l'incontro tenutosi questa mattina sono state analizzate, insieme al Prefetto, al Questore e alle forze dell'ordine, tutte le caratteristiche del nostro territorio e la situazione attuale dello stesso. Abbiamo convenuto che, al momento, non è necessario né opportuno adottare provvedimenti ulteriormente restrittivi rispetto alle disposizioni e obblighi imposti dall'ordinanza regionale 72/2020. Per quel che concerne gli assembramenti che si generano all'entrata e all'uscita della scuola, infatti, la situazione dovrebbe nettamente migliorare a partire da lunedì quando inizierà la didattica a distanza a rotazione e quando TPL aumenterà il numero delle corse".

"Nel Centro Storico, ormai diventato punto di riferimento serale anche per chi arriva dai comuni vicini, in generale sono sempre state rispettate le norme Anti-Covid sebbene, la prima sera dopo l'entrata in vigore del nuovo Dpcm, in una circoscritta piazza, centro della Movida, si sono verificati degli assembramenti e il mancato uso della mascherina da parte degli utenti. Siamo prontamente intervenuti aumentando i controlli da parte della polizia locale e chiedendo la collaborazione di tutte le forze dell'ordine che si sono prontamente mosse aumentando il presidio e il controllo del territorio. Abbiamo inoltre avviato un dialogo con i gestori delle attività maggiormente frequentate che potranno essere "custodi" delle piazze della Movida invitando i propri clienti ad effettuare le consumazioni da seduti e ad indossare la mascherina. Confidiamo molto nella collaborazione attiva da parte di tutti i soggetti interessati, a partire dagli utenti che devono rispettare le normative vigenti, dai gestori delle attività e alle forze dell'ordine attive sul territorio. Solo così potremo evitare provvedimenti più stringenti" conclude il primo cittadino ingauno.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium