/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 27 novembre 2020, 16:15

Inaugurata a Pietra Ligure la tensostruttura a supporto di Pietra Medica (FOTO e VIDEO)

All’interno verranno effettuate prestazioni vaccinali e sarà operativo un point per tamponi rapidi antigenici per Covid

Inaugurata a Pietra Ligure la tensostruttura a supporto di Pietra Medica (FOTO e VIDEO)

È stata inaugurata quest'oggi presso Pietra Medica la tensostruttura offerta dal Comune di Pietra Ligure come presidio in appoggio del centro salute per erogare in sicurezza prestazioni sanitarie in regime di pandemia.

All’interno verranno effettuate prestazioni vaccinali e sarà operativo un point per tamponi rapidi antigenici per Covid, nell’ambito del progetto che vede impegnato il Consorzio Liguria Salute e i centri salute di Alassio, Cairo Montenotte e Pietra Ligure: un progetto in collaborazione con l'Asl 2 Savonese, che vede una sinergia privato-pubblico nell’ottica di ottimizzare gli interventi territoriali per arginare la diffusione del virus Covid-19.

All'evento odierno erano presenti la deputata Sara Foscolo, il neo presidente della II Commissione consiliare permanente Salute e Sicurezza Sociale nonché consigliere regionale Brunello Brunetto, il presidente dell'ordine dei Medici di Savona, il dottor Luca Corti, il dottor Edmondo Bosco responsabile del centro salute pietrese oltre ai sindaci di Pietra Ligure, Giustenice e Tovo San Giacomo.

 

“Dopo Alassio e Cairo Montenotte, al via i tamponi rapidi per il test sul Covid-19 con verifica in 15 minuti anche presso il Centro sanitario PietraMedica a Pietra Ligure. Sanità territoriale in prima linea per arginare i contagi” il commento del consigliere regionale Brunello Brunetto.

“Al presidio sanitario - ha spiegato Brunetto - saranno sempre presenti un medico e un’infermiera specializzata. In caso di positività, il medico ha l’autorizzazione per procedere direttamente con il tampone molecolare per l’ulteriore verifica delle condizioni del paziente e la relativa consegna al gruppo GSAT. Ciò comporta una notevole riduzione dei tempi di attesa perché, altrimenti, il paziente avrebbe dovuto essere segnalato all’Asl e messo in quarantena per poi effettuare il tampone presso la sua abitazione. Se il paziente dovesse avere anche dei sintomi e non si trovasse in buone condizioni di salute, sarà seguito in telemedicina da medici esperti. In sostanza, si tratta di un’ulteriore iniziativa sanitaria sul territorio in grado di offrire un importante servizio ai cittadini e, allo stesso tempo, di alleggerire ulteriormente anche l’afflusso negli ospedali dell’Asl2”.

Roberto Vassallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium