Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Varazze

Elezioni comune di Loano

 / Attualità

Attualità | 19 febbraio 2021, 16:50

Centri vaccinali sul territorio, nuove indicazioni dal confronto Anci-Asl

Emerse, nelle quattro videoconferenze coi distretti sociosanitari, le istanze di un territorio morfologicamente difficile e le richieste dei vari amministratori

Centri vaccinali sul territorio, nuove indicazioni dal confronto Anci-Asl

Mentre prosegue a pieno ritmo il lavoro del personale medico nei centri già attivati di Albenga, Finale e Savona, oltre a quello già stabilito di Cairo che verrà attivato martedì 23, resta ancora da definire la rete territoriale per portare il piano vaccinale in maniera capillare su di un territorio disgregato e con diverse piccole realtà nel suo entroterra come quello savonese.

Ricordando che le persone allettate saranno vaccinate a domicilio, a prescindere dal Comune di residenza, nella "fase due" del piano vaccinale nazionale vanno a sovrapporsi diversi problemi nella logistica degli spostamenti, visto che ad essere coinvolti sono gli "over 80". Proprio questo ha spinto Anci e Asl a mettersi al tavolo e studiare le soluzioni migliori.

Quattro video conferenze coi distretti sociosanitari conclusesi nella mattinata di oggi nelle quali i diversi sindaci hanno portato richieste e istanze, non senza sollevare qualche perplessità e anche un briciolo di insoddisfazione, legata specialmente alla necessità di far combaciare le esigenze della fascia di popolazione ora interessata con una logistica non così semplice, sotto diversi aspetti.

Da qui è partita la richiesta, specialmente da parte dei comuni più periferici, ben consapevoli delle difficoltà tecniche sarebbe nell'allestire un punto vaccini in ognuno di essi, di non limitarsi ai soli grandi centri, come quelli delle principali cittadine del distretto di appartenenza.

LEVANTE

Varazze, Celle, Albisola e Stella con Sassello che raccoglie già gli over 80 di Mioglia, Pontinvrea e Urbe. Questi i 5 comuni che potrebbero far fronte comune per la campagna vaccinale del levante savonese. Nel comune della Valle dell'Erro partirà da lunedì la somministrazione nella palestra dell'istituto comprensivo e nella riunione di Anci di ieri, l'Asl2 pare aver proposto agli amministratori di far affidamento a quel sito soprattutto per Stella e Albisola.

Quest'ultimi hanno però proposto la sede degli alpini di Corso Mazzini e Varazze invece la sala congressi del palazzetto dello sport.

"Piena disponibilità ad Asl per cercare di creare un nuovo centro di vaccinazione che soddisfi non solo il nostro territorio ma anche gli altri cittadini dei comuni limitrofi - il commento del vicesindaco reggente Luigi Pierfederici, che ha voluto togliersi un sassolino dalla scarpa - mentre il comune nel pieno del rispetto si è mosso insieme a tutti i sindaci attraverso la Provincia e Asl, mi spiace che la nostra minoranza invece di bussare alla porta del sindaco cercando di fare fronte comune, si sia sfogata con un'interpellanza".

"Mi sembra positiva la proposta di creare un polo tra Albisola, Stella e Celle - prosegue il sindaco di Stella Marina Lombardi - non che l'ipotesi Sassello sia da scartare ma non è da sottovalutare il problema legato alle strade. Comunque noi inizieremo a raccogliere le telefonate dei cittadini. Speriamo di avere risposte lunedì, stiamo cercando di ottimizzare il servizio, non vogliamo fargli perdere tempo". Anche a Celle il sindaco Mordeglia dopo aver espresso la sua delusione (leggi QUI ) è in attesa di avere novità da Asl.

ALBENGANESE

Il Distretto Socio-sanitario Ingauno è sicuramente quello più in difficoltà a livello logistico: vasto, territorialmente disgregato, formato da tantissime piccole entità dalla Piana del Merula, immediatamente alle spalle di Andora, fino alle valli Neva, Arroscia, Pennavaire.

Per questo motivo ci si è focalizzati soprattutto sul tema del trasporto degli anziani. Insoddisfazione, comunque, è stata espressa dai Comuni più periferici che hanno chiesto la realizzazione di almeno un ulteriore “hub” (se non due), uno dei quali ad esempio ad Andora, per gestire le vaccinazioni dei residenti più periferici.

Pare che la Asl 2 non preveda a breve termine questa soluzione. Tuttavia, per venire incontro alle esigenze di tutti, il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis, in qualità di medico e di comune capofila del distretto, ha proposto che vengano periodicamente dedicati nell’hub presso la tensostruttura di Campolau nel quartiere di Vadino dei giorni specifici dedicati interamente alla vaccinazione dei residenti di un singolo piccolo comune.

FINALESE

Coinvolgendo comuni per lo più costieri decisamente minori le problematiche organizzative. 

Se alcune amministrazioni come Borghetto e Spotorno hanno già dato ampia disponibilità, con strutture già identificate da mettere a disposizione di Asl, il centro di riferimento dovrebbe restare quello dell'Auditorium di Santa Caterina a Finalborgo.

Anche in questo caso però non hanno mancato di sottolineare alcuni disagi i centri dell'entroterra, nei quali sarà fondamentale l'ausilio delle amministrazioni sia per l'aiuto nella prenotazione sia per quanto riguarda il trasporto.

VAL BORMIDA

In Val Bormida gli hub per la somministrazione del vaccino anti-Covid saranno tre: Cairo Montenotte (presso i locali messi a disposizione dalla scuola penitenziaria), Millesimo (palazzetto dello sport), dove si partirà il prossimo 9 marzo per procedere il secondo martedì del mese, e Calizzano (complesso Le Ciminiere), dove il vaccino Pfizer si comincerà a distribuire giovedì 11 marzo dalle ore 9 alle 17 per gli ultraottantenni dell'Alta Valle (Calizzano, Bardineto, Murialdo e Massimino). 

Asl 2, con la volontà di instaurare una forte collaborazione coi comuni, ha manifestato l'intenzione di aumentare i giorni di vaccinazione nell'hub di Cairo Montenotte per convogliare più persone presso la struttura cairese. La data di partenza è stata fissata per martedì 23 febbraio (il primo, terzo e quarto martedì del mese). Intanto, per la giornata di lunedì è in programma l'ultimo sopralluogo presso la scuola penitenziaria. La palestra verrà allestita in collaborazione tra comune e Asl.

A Millesimo, inoltre nei prossimi giorni il comune attiverà un servizio di prenotazione alla vaccinazione per i cittadini al di sopra degli 80 anni, in concerto con le direttive Asl, sulla base delle indicazioni di Alisa e comunque in funzione della disponibilità di vaccini sarà attuato un servizio di prenotazione.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium