/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 02 maggio 2021, 10:03

Savona, la storia di un padre che può incontrare le figlie solo in incontri protetti un'ora ogni 15 giorni: "Gli anni con loro non me li ridà indietro nessuno"

Separato dal 2017, condannato in primo grado per maltrattamenti e ha patteggiato in Appello, contesta le restrizioni che gli sono state imposte

Savona, la storia di un padre che può incontrare le figlie solo in incontri protetti un'ora ogni 15 giorni: "Gli anni con loro non me li ridà indietro nessuno"

Una condanna in primo grado per maltrattamenti, la pena ridotta in Appello e gli incontri protetti, un'ora ogni quindici giorni con le figlie che proseguono ormai da anni alla presenza di un assistente sociale.

Un padre di Savona, separato dal 2017 ha voluto raccontare la sua storia, preoccupato del fatto che praticamente non gli viene concesso di vedere le sue due figlie di 15 e 8 anni.

L'uomo era stato condannato a tre anni in Tribunale a Savona per un caso di maltrattamento in abitazione nei confronti dell'ex moglie e per quello gli era stato imposto il divieto di avvicinamento sia nei confronti dell'ex consorte che delle due figlie. In Appello a Genova con un patteggiamento è stata ridotta la pena ad un anno e mezzo con la sospensione condizionale della stessa e la non menzione ed era così decaduto il divieto di avvicinarsi.

Sono rimasti però gli incontri protetti. Da lì la rabbia del genitore che vorrebbe poter incontrare le figlie senza imponenti restrizioni, visto che gli è stato imposto anche un orario, le 18.00, per chiamarle tre volte alla settimana.

Divorziato dalla moglie dal 2017, inoltre corrisponde alle figlie 600 euro (300 per figlia) e sta continuando a pagare il mutuo della sua ex abitazione. Cifre che però non gli consentono di potersi mantenere.

"Mando mail giornalmente agli assistenti sociali, agli avvocati (è difeso dai legali per la parte civile Daniela Crivelli e penale Marco Fazio), al sindaco, al vicesindaco e all'assessore al sociale ma nessuna risposta. Gli anni che mi ridanno indietro con i miei figli non me li da indietro nessuno, vorrei che non succedessero più cose di questo tipo" ha spiegato il padre savonese che nel frattempo in attesa di ulteriore Appello ha deciso di interrompere gli incontri protetti.

 

 

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium