Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Loano

 / Politica

Politica | 13 settembre 2021, 15:53

Elezioni 2021, ecco l'idea di città di "Progetto Spotorno": presentati candidati e programmi

A sostenere la candidatura del sindaco Fiorini sei volti noti e sei "new entries". Al centro della serata i progetti già avviati e quelli futuri, con particolare attenzione all'urbanistica

Elezioni 2021, ecco l'idea di città di "Progetto Spotorno": presentati candidati e programmi

Una squadra rinnovata per metà con sei componenti nuovi e altrettanti amministratori uscenti, in cui si ritrova anche una perfetta parità di genere, "in continuità con il passato ma con il giusto rinnovamento, con persone capaci e volenterose e con un bagaglio di competenze ed esperienze da essere efficacemente impiegato" in "progetti ambiziosi di crescita e di sviluppo".

Queste le linee guida seguite dal sindaco uscente Mattia Fiorini e dalla sua squadra lista "Progetto Spotorno" per costruire il team candidato alle prossime comunali del 3 e 4 ottobre, presentato ieri sera, domenica 12 settembre, nella Sala Palace e in diretta streaming.

Una serata con uno sguardo ai cinque difficili anni in via di conclusione, tra pandemia, mareggiata e le spinose vicende legali non solo della Giunta uscente con le dimissioni di alcuni membri ma anche "ereditate dalla politica del passato che hanno paralizzato per decenni parti ed opere essenziali per il paese", ma utile soprattutto a condividere un "piano per il futuro sociale, urbano, produttivo ed economico" della Spotorno del 2026 fatto, ha spiegato il candidato sindaco, di "obiettivi molto ambiziosi" ma con "elementi concreti e realizzabili legati l’uno all’altro in una visione coerente e solida".

Tra i risultati rivendicati dall'Amministrazione uscente la conclusione del nuovo Municipio fisico e non solo con la creazione di diversi servizi anche in formato digitale, i lavori al parco del Monticello che prossimamente vedranno la messa a punto del nuovo campo da calcio "a 7" e una nuova palestra, l'avvio dei progetti di recupero di due storiche strutture ricettive quali gli ex hotel Royal e Roma (quest'ultimo con l'idea di un possibile progetto di una scuola di musica e uno che prevede corsi di lingua), ma in particolar modo ampio spazio è stato dato, in retrospettiva e in ottica futura, all'urbanistica.

Negli scorsi mesi è stato infatti approvato lo schema del nuovo Puc (il cui iter complessivo durerà circa altri 2 anni) dove, ha detto Fiorini, si vogliono "integrare nel rispetto della natura e del paesaggio le giuste prospettive di crescita e miglioramento per la città, per il turismo e per i nostri cittadini".

Ampio paragrafo nelle considerazioni di "Progetto Spotorno" lo hanno trovato i progetti per la riqualificazione dei due ingressi a ponente e levante del paese da attuare attraverso la legge regionale di rigenerazione urbana con interventi volti alla sistemazione di "alcune criticità esistenti come la messa in sicurezza idraulica ed idrogeologica delle aree ora a rischio, e che forniscano alcuni servizi essenziali" quali nuovi parcheggi o, a ponente, la realizzazione di un porticciolo a secco in grado di ospitare imbarcazioni di circa 5 metri.

Spazio anche alla questione residenziale, con l'idea di mettere in campo interventi di supporto alla prima casa tra edilizia a prezzo convenzionato ed edilizia residenziale sociale, ma anche alla sanità del territorio, con la realizzazione di un centro salute territoriale, in collaborazione con la Croce Bianca, negli ex locali dei Servizi Sociali.

Si è parlato anche di turismo con l'assessore uscente Cristiana Sechi con la promozione (non solo come Comune ma anche come comprensorio del Golfo) e l'outdoor al centro della discussione, e di un progetto per il recupero di aree agricole abbandonate o sottoutilizzate e l'incentivazione in favore di piccole attività ricettive ad esso collegate anche per dare possibilità di impresa ai giovani.

"La nostra visione della Spotorno del 2026 trova le basi nel percorso che abbiamo fatto dal 2016 ad oggi, dove abbiamo creato i presupposti economici e di trasparenza per continuare - ha detto il candidato primo cittadino Mattia Fiorini - Non siamo più il paese delle incompiute, abbiamo trovato stabilità per dare risposte concrete e importanti alle famiglie ed alle imprese in questo periodo di difficoltà, ma per poter portare avanti progetti organici ed efficaci di sviluppo l’orizzonte temporale minimo è di 10 anni".

Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium