Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Loano

 / CGIL Informa

CGIL Informa | 15 settembre 2021, 16:16

Scuola Callandrone chiusa per lo sciopero dei collaboratori scolastici. Flc Cgil: "Sarebbe stato un bene evitare l'inizio delle lezioni con l'indizione della mobilitazione"

Sul Green Pass: "Abbiamo sollevato fin da subito forti perplessità sull’introduzione nella scuola di uno strumento originariamente pensato per altri contesti"

Scuola Callandrone chiusa per lo scioperp dei collaboratori scolastici. Flc Cgil: "Sarebbe stato un bene evitare l'inizio delle lezioni con l'indizione della mobilitazione"

Oggi nella nostra provincia come in altri territori sono iniziate le lezioni a scuola, agli studenti che tornano in classe e al personale tutto, va il nostro augurio di buon anno scolastico”. Così i rappresentanti di Flc Cgil Savona.

Come FLC Cgil siamo stati impegnati nel confronto con il Governo proponendo soluzioni strutturali per affrontare in sicurezza la ripresa delle lezioni e per superare le fragilità endemiche del sistema scolastico: carenza di organici, aule sovraffollate, precarietà del personale, scuole prive di dirigenti e Dsga stabili; soluzioni che sono state recepite soltanto in parte”. 

In alcuni casi le difficoltà hanno avuto la meglio – sottolineano - aggravate dall’inefficienza della macchina amministrativa e dagli errori dell’algoritmo per le nomine ha rallentato notevolmente le operazioni. Le immissioni in ruolo dei docenti quest’anno sono aumentate rispetto allo scorso anno, ma moltissime sono ancora le cattedre scoperte, così come denunciamo come insufficiente l'organico del personale non docente, collaboratori scolastici, amministrativi e tecnici”.

Ai vecchi problemi quest'anno se ne aggiungono di nuovi –proseguono -  a partire dall’enorme pasticcio fatto sul green pass” .

È notizia di questa mattina la mancata apertura per sciopero  da parte dei collaboratori scolastici dell’isitituto comprensivo IV di Savona, la scuola elementare G. Callandrone di piazzale Moroni e la scuola dell’infanzia Guala di via Brilla, che hanno deciso di aderire per la loro contrarietà all’utilizzo del certificato verde.

Abbiamo sollevato fin da subito forti perplessità sull’introduzione nella scuola di uno strumento originariamente pensato per altri contesti  - spiegano -  la mancanza di coraggio nelle scelte sull’obbligo vaccinale sposta l’onere sulle singole persone, impone i costi del tampone al lavoratore a cui viene lasciata la facoltà di scelta e che vuole continuare a lavorare e scarica sulle scuole il controllo introducendo penalizzazioni che sono di per sé inaccettabili oltre che di difficile gestione”. 

A lezioni ormai iniziate, il nostro sforzo deve andare verso l’uscita definitiva dall’emergenza: occorre estendere l’organico Covid per tutto l’anno scolastico oltre il 30 dicembre e rendere strutturale lo sdoppiamento delle classi eliminando le classi pollaio”. 

“La Flc Cgil – proseguono -  anche in vista di una mobilitazione generale della scuola, sarà impegnata in un dialogo costante con la categoria per favorire la vaccinazione del personale e per rendere le lavoratrici e i lavoratori protagonisti di un processo di rinnovamento generale della scuola pubblica che rimane uno dei pilastri della cittadinanza e della emancipazione della persona”.

Secondo noi, sarebbe stato un bene evitare l'inizio delle lezioni con l'indizione di uno sciopero proclamato anche da alcune sigle sindacali che, per lo meno a Savona, mai si erano occupate dei problemi della scuola. Per quanto ci riguarda – concludono -  come Flc Cgil siamo impegnati, come sempre, nella difesa dei diritti dei lavoratori, considerando altrettanto importante il diritto allo studio, le esigenze dei bambini e degli studenti, che finalmente potranno fare ritorno a scuola, speriamo senza nuove incertezze e interruzioni”.

 

 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium