/ Sanità

Sanità | 14 gennaio 2022, 12:10

Nel savonese 50 medici non vaccinati sospesi. Corti: "Verifiche su comportamenti deontologicamente scorretti sui social"

Il presidente provinciale dell'ordine: "La grandissima maggioranza, la quasi totalità dei medici e degli odontoiatri, sta lavorando correttamente con grandissimo impegno nonostante questa nuova ondata di contagi"

Nel savonese 50 medici non vaccinati sospesi. Corti: "Verifiche su comportamenti deontologicamente scorretti sui social"

Sono 50 i medici ed odontoiatri sospesi perché non vaccinati. Questo il numero comunicato dall'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Savona che ha di fatto stoppato i camici bianchi.

"Il numero varia di giorno in giorno perché molti colleghi decidono di vaccinarsi e ci inviano la relativa documentazione oppure vengono contagiati motivo per cui la vaccinazione, dopo la guarigione può essere rimandata di alcuni mesi così come previsto dalle normative vigenti - spiega il presidente dell'Ordine, il dottor Luca Corti - Chi è sospeso non può più esercitare, sotto alcuna forma, la professione, pertanto non può neppure mettere ricette o effettuare consulenze in "telemedicina" semplicemente non può più esercitare sino alla cancellazione della sospensione che può solo avvenire a norma del decreto 172/2021. La scelta di non vaccinarsi, contravvenendo ad un obbligo, è una scelta personale ma chi decide di non vaccinarsi deve essere cosciente di andare incontro a delle sanzioni che nel caso dei sanitari sono molto pesanti".

"Inoltre dal punto di vista ordinistico la vaccinazione appare anche come un obbligo deontologico per ovvi motivi. Purtroppo abbiamo constatato che alcuni, pochissimi, colleghi forniscono informazioni scientificamente non corrette ai propri pazienti sia di persona che tramite i social media con Facebook primeggia in questo campo, arrivando a sconsigliare la vaccinazione a pazienti fragili che in caso di contagio, se non vaccinati, potrebbero andare incontro a malattia grave o morte - prosegue il presidente - Abbiamo ricevuto alcune segnalazioni in merito a questi comportamenti deontologicamente scorretti e stiamo procedendo alle relative verifiche per l'eventuale apertura di procedimenti disciplinari".

"Ripeto, per fortuna la grandissima maggioranza, la quasi totalità dei medici e degli odontoiatri, sta lavorando correttamente con grandissimo impegno nonostante questa nuova ondata di contagi. Un sincero ringraziamento a tutti i medici ed odontoiatri iscritti al nostro ordine da parte del consiglio e mio" conclude Corti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium