ELEZIONI COMUNE DI CAIRO MONTENOTTE
ELEZIONI COMUNE DI BORGHETTO
 / Attualità

Attualità | 19 gennaio 2022, 19:49

Savona, Anpi, Arci e forze politiche di centrosinistra il 22 gennaio in piazza “contro la candidatura di Berlusconi a Presidente della Repubblica"

Dall’articolo di Adriano Sansa sul Fatto Quotidinao: “Berlusconi mira al Quirinale: condannato, amnistiato, prescritto, tuttora indagato e imputato, osa farsi avanti”

Savona, Anpi, Arci e forze politiche di centrosinistra il 22 gennaio in piazza “contro la candidatura di Berlusconi”

 

"Lo stesso Paese che per anni ha onorato Falcone e Borsellino ora sostanzialmente tace. Berlusconi mira al Quirinale: condannato, amnistiato, prescritto, tuttora indagato e imputato, osa farsi avanti. Quello stesso Paese che solo pochi anni fa aveva partecipato con passione al dibattito sulla proposta di modifica della Costituzione, ora sembra essersi ritirato. Dove sono finite le voci un tempo gagliarde, proprio nei confronti delle deformazioni berlusconiane della giustizia? Che cosa ci sta succedendo, che cosa vi sta succedendo, cittadini di una Repubblica che non può vivere se perde la dignità?”.

Questi sono alcuni passaggi dell’appello di Adriano Sansa pubblicato lunedì scorso sul Fatto Quotidiano. Un appello che, secondo i rappresentanti di ANPI e ARCI Savona, Rifondazione, Sinistra Italiana, Europa Verde Liguria, Noi per Savona, “ non può cadere nel vuoto soprattutto a Savona, la città che ha da poco dedicato una piazza al suo Presidente Sandro Pertini e che ha sempre lottato, con passione civile, per la tutela e la dignità delle Istituzioni repubblicane”.

“Questo  - spiegano - anche alla luce della posizione espressa lo scorso 4 gennaio dal Forum delle Associazioni Antifasciste e della Resistenza che affermano che Costituzione italiana è dichiaratamente antifascista, non solo e non tanto per quanto previsto dalla Dodicesima disposizione transitoria che vieta l’riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista, quanto perché ogni suo principio fondamentale è l'esatta antitesi della teoria e della pratica del fascismo”.

“Per questo motivo il nuovo Presidente della Repubblica dovrà essere scelto tra le personalità che si riconoscono pienamente e senza riserve in tali valori di democrazia, libertà, giustizia sociale, solidarietà, pace”.

“Sono queste le ragioni per cui sabato 22 gennaio pomeriggio manifesteremo – proseguono -  nel rispetto di tutte le misure sanitarie, e Adriano Sansa sarà con noi per dire no a una candidatura che offende l’Italia in un momento delicatissimo in cui la figura del Presidente della Repubblica avrà più che in passato la funzione di guida esemplare per i cittadini. Manifesteremo unendoci a tutti i sinceri democratici impegnati in tutto il Paese in difesa della Costituzione e per la sua piena attuazione”.

“L’appuntamento  - concludono - sarà in piazza Mameli sabato 22 gennaio alle 17.30 per un presidio  con cui sollecitare i politici locali, anche nel caso in cui decadesse la candidatura di Berlusconi, a individuare come Presidente una persona veramente degna di tale nobile funzione”.

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium