/ Sanità

Sanità | 13 febbraio 2024, 09:38

Disabilità, l'Asl2 punta alla riorganizzazione di Neuropsichiatria e del Centro per l'autismo per far fronte alle criticità

I problemi delle famiglie di ragazzi disabili, come la carenza di progetti ad hoc per l'inserimento sociale e lavorativo o ritardi nelle valutazioni, portati in commissione dal consigliere Besio

Disabilità, l'Asl2 punta alla riorganizzazione di Neuropsichiatria e del Centro per l'autismo per far fronte alle criticità

La disabilità ha un impatto forte sulle famiglie che , spesso, devono contare sulle proprie forze e sull'associazionismo per fare fronte a carenze e ritardi delle aziende sanitarie. Il problema è stato sollevato nella Terza commissione consiliare dal presidente della Consulta delle politiche per l'inclusione sociale Roberto Besio.

"I tempi d'attesa nel servizio delle valutazioni – ha spiegato Besio - la presa in carico e rapporto con il mondo della scuola, soprattutto per quelle situazioni in cui l'intervento e precoce e fondamentale, faccio l'esempio del caso del disturbo dello spettro autistico, sono criticità segnalate dalle famiglie. Altro tema è quello della realizzazione del progetto individuale, una richiesta forte delle famiglie soprattutto quando inizia il percorso scolastico. La normativa prevede progetti per persone con disabilità per l'integrazione piena a livello scolastico e lavorativo. Questo molto spesso è lasciato alla famiglia e associazioni".

Un altro momento critico è il termine del percorso scolastico dei giovani con disabilità, spesso caratterizzato da difficoltà nella presa in carico del servizio salute mentale e servizio disabili.

"Altra criticità – ha proseguito Besio - è che a molte di queste famiglie per l'inserimento sociale e lavorativo vengono presentati progetti inserimento lavorativo pre-confezionati che non sono su misura, anche per la mancanza di enti di formazione e per la presenza di un'unica realtà sul territorio. Tutte queste questioni convergono su un aspetto, sul ruolo di regista di Asl 2 sui progetti delle persone con disabilità a partire dalle valutazioni, dalle individuazioni degli obiettivi, e dalla messa in atto dell'intervento, del monitoraggio e del cambiamento degli obiettivi in questa presa in carico".

"La disabilità, la psichiatria, con le cronicità, sono una delle cose più complesse per le Asl – ha risposto il direttore generale di Asl Michele Orlando - Come medici di sanità pubblica ci siamo innamorati di una serie di percorsi  e attività che si possono fare e che vediamo in altre nazioni. Nel 2023 abbiamo portato avanti un cospicuo aumento del mondo della residenzialità in termini economici, quindi con più posti. Abbiamo speso in più 3 milioni ai quali si aggiungono altri 2 milioni per l'adeguamento della rete".

Orlando ha riconosciuto la necessità di potenziar e migliorare il servizio per il quale Asl2 ha progettato una riorganizzazione presentata alla Regione.

"Dobbiamo potenziare il centro sull'autismo – ha proseguito – organizzare meglio la neuropsichiatria. Abbiamo chiesto alla Regione di trasformare la neuropsichiatria infantile da struttura semplice a struttura complessa per dargli una dignità e forza maggiore. Credo che l'Asl2 sia l'unica realtà ligure ad averlo fatto". 

L'Asl2 ha inoltre chiesto alla Regione che la struttura anziani e disabili venga separata, per fare una struttura disabili a sé stante, senza il limite d'età dei 14 anni e per i pazienti ma che porti avanti i progetti sulla disabilità e di inserimento nel mondo del lavoro.

"Certo ci servono psichiatri – ha concluso Orlando – ma anche educatori professionisti, tecnici della riabilitazione psichiatrica e soprattutto psicologi per portare avanti questo mondo".

Elena Romanato

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di SavonaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium