/ Sanità

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | venerdì 05 giugno 2015, 07:41

Le mamme in provincia di Savona decidono di non sottoporre i figli al vaccino trivalente

L'Asl 2 informa le famiglie, ma il timore che dalla vaccinazione possano derivare malattie quali l'autismo disincentiva. Si teme che possa scaturire una epidemia di morbillo

Recenti indagini di settore hanno evidenziato come in Provincia di Savona i bambini ad essere sottoposti al vaccino trivalente contro morbillo, rosolia ed orecchioni sono sempre meno.

Circa l’81% vengono vaccinati, ma come si legge anceh sui quotidiani oggi in edicola la copertura vaccinale per debellare la malattia deve essere del 95%.

Sul territorio dell’Asl savonese la copertura di vaccinazioni è ritenuta insufficiente ed è proprio alla luce di questi dati che viene interpretata l’epidemia di morbillo che tra novembre 2013 e giugno 2014 aveva colpito un’ampia fetta di popolazione rispetto alle statistiche nazionali, anche tra adulti, con 300 casi circa dichiarati e ricoveri in ospedale.

Il timore di molte mamme quello che dalla vaccinazione possano derivare malattie quali l’autismo, ma la considerazione che l’Asl intende far fare alle famiglie anche attraverso una corretta informazione sta nella pericolosità che potenzialmente morbillo, rosolia ed orecchioni possono avere e i rischi che potrebbero derivare da una epidemia incontrollata di queste.

RG

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore