/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 24 marzo 2018, 16:00

Elezioni comunali ad Alassio, l'affondo di Matteo Canciani (FI): "L’ennesima divisione interna di Forza Italia e in generale del centrodestra. Incomprensibile!"

"La gente chiede un cambiamento e vorrebbe come suo condottiero Marco Melgrati, il rischio di candidare una persona di centrodestra diversa da lui sarebbe quello di lasciare in mano una delle città più affascinanti e famose ad una lista di centrosinistra o civica".

Elezioni comunali ad Alassio, l'affondo di Matteo Canciani (FI): "L’ennesima divisione interna di Forza Italia e in generale del centrodestra. Incomprensibile!"

"Ritornano le amministrative e ricompaiono le divisioni incomprensibili del centrodestra causate dalla voglia di padroneggiare degli stessi individui che vorrebbero essere i 'first gentleman' della politica locale". Con queste parole Matteo Canciani, volto di Forza Italia, commenta la divisione all'interno del centrodestra alla vigilia delle prossime elezioni comunali di Alassio.

"Come già capitò anni addietro a Pietra Ligure, risultata poi un fallimento, e a Varazze - prosegue Canciani - oggi nell’occhio del ciclone ci sono le amministrative di Alassio, una città che ha visto la nascita di un volto importante della politica locale e non solo: Marco Melgrati. Prima assessore e poi Sindaco della Città del Muretto, con il suo lavoro e la passione per i suoi concittadini ha conquistato un posto in Regione portando a conoscenza problematiche del ponente ligure da anni abbandonato a se stesso. Ora la sua candidatura a primo cittadino della città di Alassio ha causato un’evitabile divisione del centrodestra nonostante la promessa fatta dal Presidente Giovanni Toti a Melgrati, nel loro ultimo incontro, di essere lui l’unico candidato alla 'poltrona' ". 

"La gente chiede un cambiamento e vorrebbe come suo condottiero lo stesso Melgrati - aggiunge inoltre il rappresentante di Forza Italia - il rischio di candidare una persona di centrodestra diversa da lui sarebbe quello di lasciare in mano una delle città più affascinanti e famose (o per lo meno sino a qualche anno fa) ad una lista di centrosinistra o civica e mandarla sempre più nel baratro". 

"Non compiere gli errori del passato è l’obbiettivo principale di questa tornata elettorale e se qualche 'first gentleman' vuole, per l’ennesima volta, mettere davanti il proprio ego e non il bene dei cittadini, spero che stavolta ne risponderà seriamente senza far passare, come già accaduto, in sordina ciò che potrebbe accadere" conclude infine Matteo Canciani.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium