/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | mercoledì 05 dicembre 2018, 18:40

Il consigliere regionale Rossetti: "Bocciati emendamenti Pd per zona arancione e cassa integrazione. Lega e 5 stelle tradiscono le promesse fatte sul territorio"

"Il Pd ripresenterà in aula gli emendamenti bocciati in Commissione e anche a livello locale si batterà fino alla fine perché i diritti di tutti vengano garantiti"

Il consigliere regionale Rossetti: "Bocciati emendamenti Pd per zona arancione e cassa integrazione. Lega e 5 stelle tradiscono le promesse fatte sul territorio"

"La maggioranza giallo-verde ha bocciato in Commissione gli emendamenti del Pd alla Legge di Bilancio 2019, che estendevano gli indennizzi alla zona arancione e aumentavano i fondi per la cassa integrazione in deroga, visto che, al momento, i soldi stanziati non bastano neppure per la prima metà del prossimo anno. Con questa decisione Lega e 5 Stelle infrangono le promesse che avevano fatto sul territorio e dimostrano di ignorare gli effetti che il crollo del ponte Morandi ha avuto sulla città. Esiste una zona limitrofa alla zona rossa direttamente colpita da questa tragedia che, dal 14 agosto e nei prossimi mesi – sperando che non si tratti di anni, come sostiene il ministro Toninelli – sta soffrendo e soffrirà enormi disagi. Parliamo di coloro che abitano e lavorano a due passi dal ponte crollato, i cui appartamenti, oggi, non valgono quasi più nulla e le cui attività rischiano di chiudere, perché sono letteralmente tagliate fuori da qualsiasi tipo di collegamento" commenta Pippo Rossetti, consigliere regionale del Pd ligure.

"Queste persone dovranno sopportare i tanti disagi della demolizione e della ricostruzione, andando incontro a lunghi periodi di difficoltà. Proprio per questo il Partito Democratico, in Liguria ma anche a Roma, ha sempre lottato per il riconoscimento di una parte di indennizzi anche a chi ha avuto la fortuna di non perdere la casa, ma ha comunque dovuto fare i conti con le fortissime ripercussioni dalla tragedia del 14 agosto. Il Governo giallo-verde invece si è dimostrato totalmente insensibile a questa richiesta. E anche le promesse del commissario Bucci si sono infrante, di fronte alle decisioni romane del suo partito di riferimento, la Lega". 

"Un pessimo segnale è anche la bocciatura dell’emendamento Pd per la cassa integrazione in deroga. Le risorse stanziate dal Governo sono del tutto insufficienti ed entro giugno – ma temiamo anche prima – moltissime persone potrebbero perdere non solo il posto di lavoro, ma anche il reddito - conclude - Il Partito Democratico ripresenterà in aula gli emendamenti bocciati in Commissione e anche a livello locale si batterà fino alla fine perché i diritti di tutti vengano garantiti". 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore