/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 05 febbraio 2019, 18:46

Savona, il Consiglio comunale compatto per salvare il San Giacomo: "Bisogna agire al più presto"

Il sindaco Caprioglio: "Proseguiamo con i progetti già avviati, potrebbero esserci già interessi nel prossimo futuro"

Savona, il Consiglio comunale compatto per salvare il San Giacomo: "Bisogna agire al più presto"

Un Consiglio comunale che ha votato all'unanimità, unito e compatto per la salvaguardia dell'ex complesso del San Giacomo di Savona.

Il gruppo della Lega ha presentato quest'oggi una mozione, illustrata dal consigliere Alfredo Remigio, per discutere dell'attuale situazione in cui versa l'ex convento in un attuale situazione di grave pericolo statico e di degrado.

"Mi auguro che la mozione, oltre che a passare all'unanimità, non finisca nel dimenticatoio e non ci sia un seguito. Il luogo va rivalutato e preservato, se aspettiamo ancora un po', un patrimonio storico come quello va a farsi benedire" ha spiegato il consigliere di Rete a Sinistra Marco Ravera.

"E' molto importante che ci sia l'attenzione, ma bisogna capire che cosa il comune intende fare con il complesso monumentale, i lavori vanno fatti per l'incolumità pubblica in primis e poi salvaguardia, ma l'amministrazione a livello economico non riuscirà a occuparsene, bisogna capire che progettualità si vuole fare mettendo su un tavolo tutte le problematiche savonesi" dice Barbara Pasquali, capogruppo Pd.

"E' già crollato un pezzo del San Giacomo, il secondo chiostro, stiamo rischiando a vederlo crollare e dobbiamo evitare questo -continua il consigliere di "Noi per Savona" Mauro Dell'Amico, fresco sostituto di Daniela Pongiglione - bisogna lavorare e non aspettare che ci siano le occasioni appetibile per un futuro investitore, prima di tutto salvare la facciata e il tetto che è in una situazione drammatica, piove a catinelle".

"Insieme cercheremo di trovare una soluzione per salvare il simbolo della savonesità, da tecnico non vedo una grande continuità della struttura se non interveniamo immediatamente, bisogna che ci impegniamo tra tutti per trovare i minimi denari indispensabili per mettere un telo che impedisca all'acqua di entrare e ponteggi per impedire alla facciata di crollare" conclude l'assessore all'urbanistica Massimo Arecco.

"Ci immaginiamo un unicum, per un progetto che unisca tutta Savona e il complesso ne farà parte, lavoreremo per zone, il Miramare e il San Giacomo saranno una cosa unica e potrebbero già esserci interessi nel prossimo futuro" conclude il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio. 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium