/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 09 febbraio 2019, 18:05

I problemi infrastrutturali della Liguria riaccendono l'antica fiamma della 'Carcare-Predosa'

Si tratta di un progetto risalente agli anni 60, considerato da molti come una grande opportunità per la Val Bormida e l'intera Provincia di Savona

I problemi infrastrutturali della Liguria riaccendono l'antica fiamma della 'Carcare-Predosa'

Il consueto decongestionamento lungo la tratta autostradale Genova-Savona, aumentato ulteriormente con il crollo del ponte Morandi e il rafforzamento dal punto di vista logistico e industriale delle aree valbormidesi. Il tutto, senza dimenticare il prossimo arrivo di centinaia di container una volta terminata la piattaforma Maersk di Vado Ligure.

Una serie di aspetti che nei giorni scorsi, anche in virtù dell'emergenza neve, hanno riacceso un'antica fiamma: la bretella autostradale "Carcare-Predosa". Un progetto risalente agli anni 60, considerato da molti come una grande opportunità per la Val Bormida e l'intera Provincia di Savona. 

Lo scorso novembre, tale argomento era stato trattato anche durante il convegno organizzato presso la Fortezza del Priamar dall'Unione Industriali di Savona avente come titolo "Infrastrutture per immaginare, creare e crescere. Agenda per una economia sostenibile". In quell'occasione, la nostra redazione aveva sentito il parere del sindaco di Carcare Christian De Vecchi. 

"La mia memoria mi spinge alla fine degli anni 60 quando vennero presentati i primi progetti e che forse oggi, anche in virtù dei grossi problemi infrastrutturali che si sono presentati nell'ultimo periodo per la nostra Regione, riprendono probabilmente la loro vocazione identitaria e innovativa per consentire alla Provincia di Savona di uscire da quell'isolamento di luoghi, linee e comunicazione - aveva commentato il sindaco valbormidese - Senz'altro si tratta di una cosa molto complessa che merita degli approfondimenti istituzionali sia regionali, sia ministeriali, ma potrebbe essere una seria opportunità per aprire il nostro territorio a nuove prospettive". 

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium