/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 01 marzo 2019, 18:36

Contromano in autostrada a Genova, si giustifica con la Polizia: "Mi si era accesa una spia sul cruscotto"

La Polizia Stradale individua il guidatore sconsiderato ammette candidamente l’errore agli agenti che bussano alla sua porta. Il veicolo viene sottoposto a fermo amministrativo mentre la sua patente, come previsto, sarà revocata.

Contromano in autostrada a Genova, si giustifica con la Polizia: "Mi si era accesa una spia sul cruscotto"

E’ successo qualche giorno fa, ma agli agenti della Polizia Stradale di Genova Sampierdarena sono occorsi alcuni giorni per identificare  V.S., operaio edile di origine albanese di 50 anni resosi responsabile di una pericolosissima manovra lungo le tortuose autostrade del nodo genovese.

Sono circa le quattro di pomeriggio quando il conducente prende l’autostrada A7 al casello di Genova Bolzaneto. Con la sua Opel Zafira vuole tornare verso casa, è residente a Recco, ma sbaglia strada ed invece che imboccare la A12 continua verso il casello di Genova Ovest.

Resosi conto dell’errore, più tardi si giustificherà anche citando una fantomatica spia improvvisamente accesasi sul cruscotto, accosta in piazzola ed inverte la marcia ponendosi contromano rispetto allo scarso traffico che fortunatamente trova in quel frangente.

Appena entra nella galleria Rivarolo, evitata provvidenzialmente una vettura, V.S. incontra e non si scontra con un furgone della manutenzione autostradale. Fortunatamente quel mezzo è attrezzato con grossi pannelli luminosi e mentre l’addetto alla viabilità consiglia allo sventurato autista di riprendere la giusta direzione, il traffico alla spalle è avvisato della imprevista turbativa.

Il conducente, tornato sulla retta via, guadagna il casello di Genova Ovest per poi dirigersi finalmente verso casa.

Nelle mani della Polizia Stradale, subito avvisata, rimangono targa, testimonianze e tracce dell’entrata in autostrada: il cerchio si stringe due giorni dopo quando V.S. ammette candidamente l’errore agli agenti che bussano alla sua porta.

Il veicolo viene sottoposto a fermo amministrativo mentre la sua patente, come previsto, sarà revocata.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium