/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 11 aprile 2019, 12:36

Albenga, Max Biovi lancia la sfida a tutti i candidati: una passeggiata in carrozzina per le vie della città

L'appuntamento è domenica 28 aprile alle ore 10,30 in Piazza San Michele. Biovi: "In quella giornata nessuno dovrà fare propaganda politica, ma solo cercare di mettersi nei panni di un disabile".

Albenga, Max Biovi lancia la sfida a tutti i candidati: una passeggiata in carrozzina per le vie della città

Quattro “passi” in carrozzina per le vie di Albenga, questa la sfida che Max Biovi lancia rivolgendosi proprio a tutti, in questo periodo, in particolare, ai vari candidati sindaco o consiglieri.

Afferma Max: “Domenica 28 aprile alle ore 10,30 l’appuntamento è in Piazza San Michele ad Albenga. Sarà l’occasione per provare sulla propria pelle cosa significa per un disabile potersi muovere per le vie della propria città”.

“In realtà – continua Max Biovi – i problemi che incontra un disabile sono gli stessi che quotidianamente affrontano le mamme che spingono un passeggino o le persone anziane che hanno difficoltà a camminare”.

“Molti non ci fanno caso, io stesso, fino a quando la malattia non mi ha colpito, non guardavo se un edificio pubblico era accessibile per i disabili, se c’era lo scivolo per salire o scendere da un marciapiede, se nei locali c’erano o meno i servizi per i disabili. Ora ci faccio caso e vorrei che anche altri riuscissero ad aprire gli occhi su queste tematiche delle quali si parla sempre troppo poco” spiega Max.

Lo scopo della passeggiata organizzata da Max, dunque, è proprio questo e chiunque vorrà partecipare potrà affittare una carrozzina e cimentarsi nell’impresa.

Spiega Biovi: “A pochi euro è possibile affittare una carrozzina per un giorno presso i punti vendita Igea di Albena o Allegri di Loano ad esempio.”

Conclude: “La manifestazione non ha appartenenza politica e nulla a che vedere con le elezioni comunali di Albenga. Pertanto invito tutti gli Amici delle liste, con i loro candidati sindaco a provare per 2 ore la disabilità ed avere, così, le idee chiare su queste tematiche. In quella giornata nessuno dovrà fare  propaganda politica, se no sarà allontanato dall’iniziativa”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium