/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 21 luglio 2019, 16:40

Sito ex Acna, Giacchino: "Mai più produzioni, solo servizi. Il carcere? Una buona idea"

"Dopo aver speso 400 milioni per la bonifica, di cui il 31% di soldi pubblici, la destinazione dell'area per un servizio pubblico, a mio giudizio, sarebbe una cosa coerente" aggiunge l'ex sindaco di Camerana

Sito ex Acna, Giacchino: "Mai più produzioni, solo servizi. Il carcere? Una buona idea"

"No ad impianti di produzione sul sito ex Acna. Si per una destinazione ad attività di servizi". E' questo il parere di Pier Giorgio Giacchino, ex sindaco di Camerana, nonché presidente dell'associazione Ala (ex lavoratori Acna) in merito all'idea di realizzare un carcere nell'ex sito Acna di Cengio. 

"La proposta di Syndial di riportare a Cengio un impianto produttivo (biodigestore ndr) non esiste. Anche con procedure avveniristiche, susciterebbe la contrarietà dell'intera valle. Il riutilizzo delle aree per un'attività di sport motoristico (come da me proposto nel 2003), o la realizzazione del carcere, invece, possono essere considerate buone idee". 

"In particolare, l'insediamento di una casa circondariale porterebbe una valorizzazione del sistema edilizio dell'intera zona - prosegue - Inoltre, dopo aver speso 400 milioni per la bonifica, di cui il 31% di soldi pubblici, la destinazione dell'area per un servizio pubblico, a mio giudizio, sarebbe una soluzione coerente". 

"Se poi non va bene neanche il carcere - conclude Pier Giorgio Giacchino - allora mi viene da dire una cosa: 'il Re è nudo'".

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium