/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 13 agosto 2019, 12:48

"Action Day" e "Periferie sicure": la Prefettura di Savona veglia sulla nostra estate

Interventi su vari fronti: dall'abusivismo commerciale, alla sicurezza nella viabilità, fino allo spaccio. E molto altro, con importanti risultati conseguiti

"Action Day" e "Periferie sicure": la Prefettura di Savona veglia sulla nostra estate

Sono proseguiti e sono stati intensificati nello scorso mese di luglio, in questa provincia, i servizi di polizia mirati a garantire maggiori livelli di sicurezza nelle aree del territorio provinciale esposte, ancor più nella stagione estiva, a fenomeni di criminalità diffusa, dall’abusivismo commerciale allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Tra le attività messe in campo si segnalano, per il cospicuo numero delle unità di polizia impiegate e per i risultati conseguiti, i servizi svolti in occasione dell’Action day (18 luglio) e dell’Operazione periferie sicure (dal 22 al 27 luglio), iniziative promosse a livello nazionale dal Dipartimento della pubblica sicurezza, pianificate a livello territoriale dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica e articolate sulla base di ordinanze del Questore. Ambedue le operazioni hanno coinvolto la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza e le Polizie locali dei Comuni della fascia costiera.

Action day

L’“Action day” del 18 luglio è stato dedicato specificamente al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale. I controlli hanno impegnato complessivamente 124 operatori di polizia, in particolare nelle spiagge, nei centri storici, nelle arterie stradali, nelle aree mercatali e commerciali. Nel corso degli interventi sono state controllate 150 persone, di cui 2 arrestate e 5 denunciate in stato di libertà.

Complessivamente sono stati effettuati 7 sequestri penali e 9 sequestri amministrativi, che hanno consentito di sottrarre al mercato illecito un ingente quantitativo di prodotti appartenenti ad una vasta gamma di categorie merceologiche, da quelle più tradizionali, rappresentate da abbigliamento, calzature ed accessori per la moda, alle più moderne, come elettronica ed informatica, nonché di giocattoli, potenzialmente dannosi per la sicurezza dei bambini. Complessivamente, l’operazione ha condotto al sequestro di merce per un totale di circa 3 mila articoli.

“Operazione periferie sicure”

L’”Operazione periferie sicure” si è articolata in 6 giornate dal 22 al 27 luglio: le prime tre dedicate a servizi di controllo del territorio e di contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti; le altre 3 dedicate ad interventi anche di natura amministrativa e verifiche presso gli esercizi commerciali e locali di intrattenimento, con particolare riferimento alle zone della cosiddetta “movida”. L’operazione ha impegnato complessivamente 445 operatori di polizia e nel corso di essa:

• sono state identificate 990 persone, di cui 8 sottoposte ad arresto e 20 denunciate in stato di libertà;

• controllati 550 automezzi e 821 veicoli con sistemi elettronici di lettura targhe;

• sequestrati 5 automezzi;

• controllati 120 esercizi pubblici;

• sequestrate sostanze stupefacenti per un quantitativo pari a circa 1 kg. Si è proceduto, inoltre, al sequestro di merce abusiva o marchi contraffatti per un numero complessivo di poco più di mille articoli. Nello stesso contesto, in materia di immigrazione, sono stati emessi 2 provvedimenti prefettizi di espulsione e 2 ordini del Questore di lasciare il territorio nazionale.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium