/ Attualità

Attualità | 20 maggio 2011, 15:37

Emissioni e omissioni: Niente autorizzazione Ambientale? Smantellare. Succede a Civitavecchia ma non a Vado

Il Comune di Civitavecchia ha deliberato la chiusura degli impianti obsoleti della locale centrale Tirreno Power per motivi sanitari. Qui si fa finta di niente?

Emissioni e omissioni: Niente autorizzazione Ambientale? Smantellare. Succede a Civitavecchia ma non a Vado

Scrive il Movimento Difesa Ambiente di Savona: Il Comune di Civitavecchia con il proprio Assessore all'Ambiente in Conferenza dei servizi ha prodotto una delibera (in coda al servizio) che dimostra l'inquinamento eccessivo del 4° gruppo della Centrale Torrevaldaliga Nord di Tirreno Power sprovvisto di autorizzazione AIA e quindi "fuorilegge".

Oggi, grazie all’impegno dei vari Comitati locali e del Comune di Civitavecchia, è stato deciso ufficialmente che l'impianto obsoleto ed altamente inquinante dovrà essere chiuso e smantellato.

Ciò e' esattamente quanto noi chiediamo ormai da almeno 5 anni per gli inquinanti e obsoleti gruppi 3 e 4 a carbone della centrale di Vado - Quiliano, sprovvisti della obbligatoria autorizzazione AIA in quanto producono emissioni inquinanti superiori a quanto consentito dalla stessa normativa AIA italiana ed europea.

Sono ormai più di 5 anni che come Comitati ambientalisti documentiamo puntualmente il mancato rispetto delle normative in vigore.

Perche' i Comuni di Vado e di Quiliano, pur essendo a conoscenza della gravissima situazione ambientale del comprensorio di Vado e Quiliano, non hanno mai voluto fare una delibera per far chiudere immediatamente e smantellare gli obsoleti gruppi 3 e 4 a carbone che sono sprovvisti di autorizzazione AIA da almeno 5 anni e che "fuorilegge" continuano ancora oggi a funzionare con gravissimo inquinamento e danno alla salute della popolazione, alle coltivazioni e all'ambiente? Sarà mica per poter bruciare 30.000 tonnellate/anno di CDR come previsto dal piano Rifiuti approvato da Provincia e Regione?

Chi rimborsera' tali "costi esterni" valutati secondo i criteri della Comunita' Europea in almeno 140 milioni di euro/anno? E a Porto Tolle dove il Consiglio di Stato ha bocciato il progetto di riconversione a così detto "carbone pulito" di una centrale Enel per danni all’ambiente e alla salute con il WWF, Legambiente e Italia Nostra che hanno sporto denuncia? Come si pronunciano Wwf e Legambiente sull’abolizione carbone a Vado di questa " Centrale in città" così definita dall’Istituto Superiore di Sanità?

Savona 20 Maggio 2011

Dr. Virginio Fadda

Dott. Agostino Torcello

MODA Savona

Com MODA Savona

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium