/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 31 dicembre 2018, 07:00

2018: un anno di cronaca raccontato da Savonanews

I fatti e i personaggi che ricorderemo e che vi abbiamo documentato puntualmente giorno per giorno. Grazie a tutti Voi Lettori per la fedeltà con cui ci seguite

2018: un anno di cronaca raccontato da Savonanews

A cavallo tra il 2017 e il 2018 un drammatico fatto di cronaca scuote la provincia di Savona ed in particolare l’albenganese. La notte di capodanno, infatti, una ragazza dopo un litigio con il fidanzato si butta in mare dalla spiaggia adiacente alla discoteca Essaouira. Il corpo della giovane è ritrovato solo il 3 gennaio, quindi dopo alcuni giorni di instancabili ricerche in mare (LINK).

Un nome decisamente originale per il primo nato del 2018: all’ospedale di Santa Corona a Pietra Ligure viene alla luce il piccolo Naboo Nimoy (LINK).

Il 3 gennaio 2018 ad Alassio un giovane perde la vita in un gravissimo incidente sull’Aurelia bis che collega Albenga e la città del muretto. Simone Canetto è quasi arrivato ad Alassio quando la sua auto si schianta contro un camion della nettezza urbana andando completamente distrutta. Il giovane è sbalzato dal veicolo e, nonostante l’immediato intervento, purtroppo per lui non c’è più nulla da fare (LINK).

Tra il 7 e l'8 gennaio, prende fuoco a Cairo Montenotte un deposito della FG Riciclaggi situato in corso Stalingrado. L'allarme viene dato intorno alle ore 21. Nonostante l'immediato intervento da parte dei vigili del fuoco, le fiamme (a causa dell'alta combustibilità del materiale presente per lo più plastica, legno e carta) intaccano alcuni capannoni e sopratutto le aree esterne (LINK).

Il 9 gennaio tutta Albenga piange la scomparsa di Giuseppe Pelosi, noto per il suo impegno in politica e per il suo ruolo di dirigente scolastico (LINK).

Il 10 gennaio si verifica una intossicazione di massa presso la Scuola Penitenziaria di Cairo Montenotte. Un centinaio di allievi agenti vengono colpiti da una grave forma di gastroenterite. I casi più gravi vengono trasportati in ospedale. A generare l'intossicazione, la presenza di colibatteri nell’acqua erogata da un sistema di filtraggio (LINK).

Continua anche nei primi giorni dell’anno l’odissea del cantiere navale Mondomarine: il mancato pagamento degli stipendi e delle tredicesime, il taglio dei lavoratori, i ricorsi al Tar per la concessione demaniale e l’affitto del ramo d’azienda infine il definitivo passaggio all’azienda Palumbo con novità importanti per il futuro aziendale (LINK).

L’11 gennaio, mentre Di Maio (poi diventato vicepremier) è ad Albenga per un incontro (LINK)  si scatena un incendio in viale Che Guevara. Un ritorno di fiamma dalla stufa, probabilmente, e in un attimo il bungalow nel quale abitava una donna prende fuoco. Il fumo e le ustioni impediscono alla donna di mettersi in salvo nonostante l’immediato intervento sul posto dei vigili del fuoco e dei militi della pubblica assistenza (LINK).

Argomento di discussione e di protesta da gennaio e nel proseguo del 2018 la situazione di Tpl, il trasporto pubblico locale savonese: i lavoratori e i sindacati non d’accordo con la decisione della Provincia di andare a bando con l’inserimento così di un privato scendono in piazza per chiedere il mantenimento in house. Spiragli positivi nel mese di novembre, con la concessione di un proroga grazie al Decreto Genova (LINK).

Nei primi mesi dell’anno l’albenganese è scosso da una serie di rapine. Il modus operandi sempre molto simile nei vari episodi perpetrati. Diverse le attività commerciali colpite tra Albenga e Ceriale. Grazie ad una attenta attività di indagine dei Carabinieri si risale al responsabile (LINK).

16 febbraio: le fiamme devastano un piano della residenza per anziani “Ruffini” di Finale Ligure (LINK).

19 febbraio: Novità importante per quanto riguarda il futuro dell’industria savonese, l’Area di Crisi Complessa è realtà grazie a un lavoro unitario tra i sindaci, la Provincia, i sindacati, Unione Industriali e Autorità Portuale. Sbloccato il finanziamento da parte del Mise, sono partiti a settembre i bandi, ma al momento la situazione procede a rilento (LINK).

Il 21 febbraio ad Albenga una giovane donna nel rientrare a casa trova la nonna senza vita e la madre in gravi condizioni (LINK).

Il 21 febbraio, a Pietra Ligure, si svolge la prima seduta del consiglio comunale dopo la destituzione di Sara Foscolo dal ruolo di vicesindaco, la frattura con la maggioranza pietrese si ha dopo la candidatura della Foscolo alle elezioni politiche. Quel giorno il sindaco Dario Valeriani annuncia formalmente le nuove cariche dell’amministrazione (LINK).

Nel mese di marzo il clima è particolarmente rigido e se nell’entroterra l’emergenza neve è grave (il gelicidio ha creato innumerevoli problemi e disagi in tutto l’entroterra, ma anche ai trasporti. Ricordiamo tra tutte una storia a lieto fine (LINK). la neve arriva a toccare la spiaggia ad Albenga. Un evento non comune e che abbiamo raccontato ed immortalato (LINK). Con il freddo, purtroppo, anche le storie di alcune persone costrette a dormire all’addiaccio. In diversi casi abbiamo trattato questi argomenti, spesso grazie alla collaborazione e alle segnalazioni dei cittadini e delle associazioni. Tra tutte in quest’anno ricordiamo il caso di una persona salvata da morte per ipotermia ad Albenga (LINK).

Il 9 marzo ad Albenga emerge un caso di maltrattamenti a scuola, sul fatto, però, il riserbo degli inquirenti è massimo, proprio per tutelare la piccola presunta vittima (LINK).

Domenica 11 marzo Albenga, ma non solo, piange la scomparsa di Rosy Guarnieri (LINK) ex sindaco della città sempre attiva nella politica e in prima linea con la Lega per il suo territorio. Il funerale a Bastia è particolarmente partecipato e toccante.

Una frana l’11 marzo si abbatte sull’Aurelia tra Alassio e Andora (LINK). Disagi ingenti, ma l’intervento dell’Anas, dei vigili del fuoco e della protezione civile è particolarmente importante e tempestivo. Tuttavia ancora oggi la strada principale per arrivare alla chiesa Madonna delle Penne è chiusa.

Nell’albenganese pressoché quotidiana la lotta allo spaccio. I carabinieri hanno portato a termine operazioni importanti. Tra queste ricordiamo a marzo l’operazione Tender Meat che ha visto l’arresto del macellaio che invece di vendere carne spacciava droga (LINK).

Il 26 marzo in via Don Lasagna ad Albenga è ritrovato il corpo senza vita di un uomo. Si apre subito il caso ed emergono dei particolari che gli inquirenti hanno voluto approfondire e che sono ancora oggetto di inchiesta giudiziaria (LINK). L’uomo era stato trovato con fascette elettriche ai polsi ed era stato visto, nei giorni che hanno preceduto il ritrovamento del corpo, in compagnia di giovani stranieri.

Il 29 marzo si verifica un drammatico incidente a Balestrino. Muore durante un allenamento motociclistico Fausto Vignola (LINK).

L’11 aprile a Lusignano d’Albenga una lite furibonda sfociata in accoltellamento scuote gli animi (LINK).

Il 13 aprile una donna,  Ilvana Giusto, viene investita da un tir ad Albisola in corso Mazzini sulle strisce pedonali (LINK). Parte l’urlo di protesta dei cittadini (dopo un ulteriore investimento mortale) e dopo diverse proteste (3 maggio, blocco stradale) e riunioni il sindaco Franco Orsi opta per il periodo luglio-settembre per l’applicazione dell’ordinanza che vieta il passaggio dei mezzi pesanti dalle 15 alle 21 sul territorio albisolese (LINK).

Il 14 aprile un altro grave lutto sconvolge la Riviera, quello per la scomparsa di Davide Molinari, morto a soli 17 anni per un incidente stradale a Ceriale (LINK).

Il 16 aprile scoppia una polemica a Cairo Montenotte in merito alla copertura della statua di Epaminonda (collocata a Palazzo di Città) in occasione dell'incontro "Dialogo Interreligioso" promosso dalla Confederazione Islamica Italiana insieme alla Federazione Islamica Ligure. A scatenare la bagarre un post social dell'artista Mario Capelli "Lo Steccolini". Il leader del Carroccio Matteo Salvini commenta: "Solo a me questa sembra una follia?" (LINK)

Il 18 aprile la “talpa” dell’Aurelia Bis concluse il suo viaggio in via Schiantapetto a Savona, dopo diversi anni e una infinità di rallentamenti, un primo passo per la viabilità savonese anche se i problemi permangono sia per la situazione finanziaria delle aziende appaltatrici che per la logistica della viabilità (LINK).

In primavera i Carabinieri di Alassio sorprendono un “furbetto del cartellino”. Delicate le indagini a carico del dipendente immortalato in orario di lavoro a svolgere attività personali (LINK).

Il 22 aprile ennesimo incendio alla S.A.R.R. di Cenesi, frazione di Cisano sul Neva (LINK) in questo caso non particolarmente gravi le conseguenze, tuttavia, la frequenza degli episodi ha sollevato l’attenzione, ancora una volta, sul caso (LINK).

Il 5 maggio risulta disperso un uomo, il marchese Gianni Invrea (LINK). Per mesi dopo vane ricerche non si hanno sue notizie poi il 26 luglio la terribile scoperta del suo corpo senza vita in un bosco di fronte proprio al suo castello (LINK).

Il 14 maggio un allarme che porta alla mobilitazione di soccorritori e forze dell’ordine. Una chiamata riferisce di aver visto un uomo gettare una bambina al di là del guardrail dell’Aurelia Bis tra Albenga ed Alassio (LINK). Fortunatamente le ricerche non danno esiti positivi; quella che poteva essere una terribile tragedia si rivela un falso allarme.

Il 10 giugno è tempo di elezioni comunali. Christian De Vecchi e Francesco Dotta sono rispettivamente, i nuovi sindaci di Carcare (LINK) e Cengio (LINK). Ad Alassio vince Marco Melgrati (LINK), a Laigueglia vince Roberto Sasso Del Verme (LINK), a Ceriale vince Luigi Romano (LINK), a Rialto vince Valentina Doglio (LINK). A Sassello si riconferma Daniele Buschiazzo. (LINK).

Il 10 giugno un piccolo aereo biposto da turismo, un Piper India Bravo, è precipitato sulle alture di Savona, in zona Naso di Gatto in prossimità delle pale eoliche. Ha perso la vita il pilota, sobbalzato fuori dopo l’impatto (LINK).

Il 27 giugno blitz della Guardia di Finanza presso la FG Riciclaggi. Nel corso dell'operazione, finiscono in manette Claudio Busca, vice presidente dell’Unione Industriali di Savona, Narciso Cova (entrambi finiti in carcere) e Marta Rosso (ai domiciliari). Obbligo di dimora e firma invece per Claudia Busca, figlia dell’imprenditore e nel consiglio direttivo del Gruppo giovani dell’Unione industriali e Leano Tardito (LINK).

Le polemiche su Ata, la municipalizzata del comune di Savona, da anni nel centro delle polemiche per la gestione dei rifiuti sul territorio, non si placano, scoppia il 28 giugno il caso della discarica di Cima Montà e si va verso l’ingresso di un privato (LINK).

Il 30 giugno a Borghetto Santo Spirito rimane coinvolto in un terribile incidente stradale Marco Centino, giovane calciatore del Pietra Ligure: il ragazzo, trasportato in codice rosso all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, rimarrà a lungo in coma farmacologico prima di intraprendere il suo percorso di recupero (LINK).

Il 9 luglio prende vita il nuovo mercato del lunedì nel centro cittadino a Savona tra proteste degli spuntisti, lamentele degli ambulanti e disorientamento dei cittadini (LINK).

Il giorno successivo, 10 luglio, dopo mesi di bagarre politica tra il sindaco Caprioglio e il Governatore della Regione Toti, la prima cittadina decide per il rimpasto; estromessa dalla giunta comunale la giovane assessore alle politiche giovanili Barbara Marozzi a favore di Doriana Rodino. Nelle settimane successive via al nono assessore, Andrea Sotgiu e iniziano a intravedersi le prime crepe all’interno della maggioranza (LINK).

3 agosto: tutta Finale Ligure piange la scomparsa di Paolo Volpi, detto “Nonno Tulli” (LINK). Grande tifoso dell’Inter e appassionato di ciclismo, fino ai suoi 102 anni di età Nonno Tulli ha gestito personalmente il proprio profilo Facebook e per tradizione festeggiava il compleanno scattandosi dei selfie per le vie finalesi (LINK).

La vigilia di ferragosto del 2018 verrà per sempre ricordata in tutta la Liguria come il giorno dell’immane tragedia del Ponte Morandi a Genova, un evento che ha messo letteralmente in ginocchio un’intera regione (LINK).

Per tutta l’estate il punteruolo rosso, terribile parassita, si accanisce come non mai sulle palme (soprattutto di varietà Canariensis) di tutta la provincia. Si moltiplicano i dibattiti (LINK) e i suggerimenti (LINK).

A settembre un ordigno bellico viene ritrovato al largo di Andora ed è fatto brillare in mare (LINK).

26 settembre: tragedia tra Savona e Albissola, donna trovata morta in mare nei pressi dell’ex Lady Moon (LINK).

I primi di ottobre il maltempo si è abbattuto sulla Riviera. Ad Alassio una violenta grandinata ha messo in difficoltà attività commerciali e la popolazione. Ricordiamo l’Eurospin invaso da una cascata di acqua (LINK) e la donna intrappolata nella sua macchina sommersa dalla grandine soccorsa dai carabinieri (LINK).

8 ottobre, scoppia il caso della lapide inaugurata al cimitero di Savona e dedicata ai caduti della Seconda Guerra Mondiale, tra i nomi presenti anche le camicie nere. Una vera e propria discussione politica e ideologica (attaccato il sindaco Caprioglio che si è scusata) che ha portato anche un ignoto a vandalizzare la lapide (LINK).

Nei giorni del 22 e 23 ottobre le fiamme devastano i boschi di Orco Feglino (LINK). Pochi giorni dopo si scopre che a causare l’incendio è stata una “castagnata” tra ragazzini andata male (LINK).

Il 23 ottobre nelle prime ore del pomeriggio a fuoco il palazzo dell’Autorità di Sistema Portuale al porto di Savona; in breve tempo le fiamme invadono tutto l’edificio, fortunatamente nessuna conseguenza per i lavoratori (LINK).

Il 29 ottobre tutta la riviera è colpita da una forte mareggiata. Nel ponente savonese i danni maggiori sono stati quelli riportati da Alassio. Un po’ su tutta la costa, ad ogni modo, spiagge devastate, attività sul lungomare danneggiate e strade e passeggiate invase dall’acqua del mare (LINK 1 LINK 2 LINK 3).

Il 29 e 30 ottobre il maltempo e una mareggiata d’altri tempi colpiscono la Liguria: il forte vento fa crollare una lamiera da un tetto e una donna perde la vita in via Garibaldi a Albisola Superiore (LINK).

In ginocchio tutti i comuni della provincia, nel levante savonese i più colpiti sono Celle, Albisola Superiore (spazzati via gli stabilimenti balneari) e Albissola Marina. Nelle prime ore del mattino del 30 ottobre, al porto di Savona prendono fuoco 1000 auto, per la maggior parte Maserati (LINK).

Dopo la mareggiata il terremoto ad Alassio, ma questa volta in senso figurato. La città del muretto, infatti, è coinvolta a fine ottobre nell’inchiesta sulla gestione rifiuti che porta all’arresto di Pizzimbone e La Porta (LINK ) e che ha toccato anche l’ex assessore Invernizzi (LINK).

Il primo di novembre cambio della guardia alla presidenza della Provincia, il sindaco di Calizzano Pierangelo Olivieri prende il posto del sindaco di Vado Monica Giuliano, una scelta che ha messo d’accordo tutti i comuni del savonese (LINK).

Il 6 novembre è arrestato l’ex vice Prefetto Andrea Giangrasso per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina sul territorio nazionale (LINK).

Il 17 novembre, a Boissano, dramma familiare in una villetta sulle alture loanesi: Marco Buscaglia (operaio di 47 anni, in forza alla Piaggio di Villanova) uccide la moglie Roxana Karin Zenteno, 41enne di origine peruviana, dopodiché tenta di togliersi la vita (LINK).

È Samuele Manfredi, talento in erba del ciclismo italiano, il giovane rimasto gravemente ferito nell'incidente stradale a Toirano del 10 dicembre. Secondo quanto riferito, il 18enne loanese si stava allenando in sella alla sua due ruote quando è stato travolto da un’auto: diversi i traumi riportati dal biker, tra cui uno di grave entità alla testa (LINK).

Il 14 dicembre ad Alassio ed in particolare all’alberghiero emerge il 3° caso di scabbia (LINK)  immediate le rassicurazioni da parte dei responsabili dell’istituto.

Ad Albenga a dicembre si torna a parlare del CIE a seguito di alcuni sopralluoghi della prefettura alla caserma Piave e all’ex polveriera (LINK ). Una vicenda della quale, probabilmente, si tornerà a parlare anche il prossimo anno.

Come non ricordare, poi le varie vertenze sindacali. Per alcune si sta ancora lavorando e cercando strenuamente di intervenire si pensi la Piaggio e la Laerh sul territorio ingauno (LINK). Altre  vertenze di portata nazionale hanno portato alla chiusura di attività che erano presenti sul territorio da anni. Si pensi, ad esempio alla questione Trony che ha visto la chiusura del punto vendita di Albenga (LINK) .

Da anni la situazione per lo stabilimento di Vado Ligure Bombardier non è delle più rosee e lo scorso 12 novembre (LINK) il malcontento sfocia in uno sciopero per le vie di Savona con una richiesta di incontro urgente al Mise. La situazione non migliora e il 19 dicembre i lavoratori e i sindacati sono nuovamente in piazza (LINK).

Un evento che ha del miracoloso chiude in bellezza l’anno 2018: il 30 dicembre un padre fa partorire la moglie in casa a Quiliano (LINK).

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium